TOP&FLOP RECENSIONI DICEMBRE 2022 – Le pagelle

TOP&FLOP RECENSIONI DICEMBRE 2022 – Le pagelle

2 Dicembre 2022

Le recensioni e i commenti in pillole ai brani, album, film e serie TV uscite questo mese sulle varie piattaforme streaming Spotify, Amazon Prime Video, Disney+Netflix e TV.

ELODIE OK. RESPIRA VOTO 8-

Ok. Respira, è il titolo del nuovo singolo (e album) della platinum girl della musica italiana degli ultimi anni. Una sorta di esortazione a fermarsi per concedersi il proprio tempo. Il singolo ha sonorità dance e un testo che racconta l’importanza di valorizzarsi, celebra la propria indipendenza e l’amore per se stessi.
Scritto da Federica Abbate, Jacopo Ettorre, Joan Thiele con la stessa Elodie e il team ITACA che ha prodotto il brano, Ok. Respira è una sorta di trailer di quello che probabilmente vedremo sul palco dell’Ariston in occasione della partecipazione al Festival di Sanremo, una Elodie non banale, diversa dal solito, per quanto molto vicina al mondo Bagno a Mezzanotte che le ha fatto portare a casa ben tre dischi di platino. Il brano è decisamente potente, una ventata d’aria fresca, tutta da ballare da qui a Sanremo.

NEBRASKA HIROSHIMA VOTO 7-

Hiroshima, il nuovo brano di Nebraska racconta gli effetti postumi di una guerra fatta per separarsi; di quei rimpianti e quelle irrazionalità nell’essere andati a scontrarsi contro un sentimento così forte tanto da pensare. Una bella vocalità accompagnata da un bel sound anni ’90, che ci racconta dei dolori di un primo amore che diventa sempre più incontenibile.

AIELLO DOMANI TORNO VOTO 6/7

Domani torno, il nuovo singolo di Aiello, scritto dallo stesso cantautore e prodotto da BRAIL, è una canzone d’amore che racconta quelle storie che finiscono troppo velocemente, e del quale rimangono tanti rimpianti. Un brano in pieno stile Aiello, non ha la pretesa di stravolgere l’ascoltatore ma di accompagnarlo in un ascolto, immedesimandosi con i sentimenti interpretati.

VALENTINA PARISSE VISCHIOVOTO

Vischio, il nuovo singolo di Valentina Parisse è un brano che parla di Natale, questo però da un punto di vista alternativo, per certi versi distonico dal clima festaiolo che circonda la festività. Valentina infatti racconta quanto ci si possa sentire soli anche in mezzo a tante persone, in un’apparente atmosfera di festa e gioia, dove molti indossano soltanto una maschera. Un brano all’apparenza leggero ma che fa riflettere.

SICK LUKE X2 DELUXE VOTO 7+

Si conclude con X2 DELUXE un anno di grande successo per Sick Luke, la nuova versione dell’album-manifesto della scena musicale italiana contemporanea X2 con cui il producer multiplatino ha inaugurato il 2022 e che in questa nuova versione si arricchisce di sei nuovi brani ed inedite collaborazioni coinvolgendo bnkr44, Bresh, Capo Plaza, Gemitaiz, Giorgio Poi, J Lord, Lil Kvneki, Mara Sattei, Massimo Pericolo, Paky, Radical, Rhove, Side Baby, Tananai, Thelonious B., Tony Effe, Zyrtck. E’ innegabile l’abilità di Sick Luke nel saper realizzare delle hit pronte a sfondare nelle classifiche, e questa deluxe edition è l’esempio tangibile della forza di un progetto discografico come il suo. Voci più o meno note, più o meno da classifica ma sicuramente ben incastonate in produzioni d’eccellenza.

NESLI RIVOLUZIONE VOTO 7-

Rivoluzione è il titolo del nuovo singolo di Nesli, un vero e proprio uragano di parole, uno sfogo per le giornate grigie che il cantautore fa, durante il quale ripercorre il passato agganciandosi al presente, traendo riflessioni amare e profonde sulla vita, concedendo però spazio ad un barlume di speranza, affinché la rabbia possa accendere in noi la rivoluzione necessaria per cambiare lo stato delle cose. Un brano dal testo forte e d’impatto, caratteristica principale del cantautore, il tutto accompagnato da un beat molto incalzante e che rende più “rabbioso” il pezzo. Buon risultato.

MATTEO CREA IO NON SONO MAI FELICE VOTO 7

Io non sono mai felice rappresenta il debutto sul mercato discografico del cantautore Matteo Crea, dopo diversi mesi costellati da soddisfazioni sia in campo musicale, con l’esibizione live sul palco del Firenze Rocks e l’uscita dei primi tre singoli Non ci Riesco, A casa dei miei e Chiamerei, che cinematografico con il film Margini. Io non sono mai felice nasce da una domanda: “Che cosa rende un ragazzo di venticinque anni felice?” e tramite delle considerazioni in musica, Matteo cerca di raccontare quali sono le paure, i pensieri e le storie della sua generazione. Ogni brano ha una sua narrazione, un suo colore, un suo mondo di appartenenza, raccontato spaziando tra vari generi e costruendo quasi una compilation di brani che rimandano a delle vibes da band anni 2000, produzioni non eccessivamente caricate e tanta voce, pur riconoscendone dei limiti oggettivi. Il focus del progetto è incentrato sulle parole e sulle esperienze che vuole raccontare il cantautore: l’indipendenza economica, la disillusione, le relazioni che finiscono e che iniziano, il sesso, la perdita di qualcuno di caro, il giudizio degli altri, la voglia di stare bene.