RECENSIONE: Un San Siro senza precedenti per la prima di Marco Mengoni

RECENSIONE: Un San Siro senza precedenti per la prima di Marco Mengoni

20 Giugno 2022

Tra i live più attesi del 2022, è partito ieri sera dallo Stadio San Siro il primo tour negli stadi di Marco Mengoni.

Un live senza precedenti, un San Siro gremito ha accolto Marco Mengoni al suo debutto negli stadi, non perdendo l’occasione di intonare ogni singolo verso delle ventisette canzoni presentate sul palco più ambito e prestigioso della musica, dal cantautore. E’ innegabile e tangibile che la forma di espressione artistica di Marco, sempre in crescita anno dopo anno e live dopo live, abbia raggiunto un tale livello di empatia e di connessione tra lui e il pubblico, che è stato in grado di innescare una serie di performance live, tra le più belle e toccanti mai viste negli ultimi anni, complice una versatilità e padronanza della voce che penso a questo punto nessuno in Italia possa eguagliare ad oggi. La produzione live è nata dall’incontro creativo di Marco con il team di Black Skull Creative (Dan Shipton, Ross Nicholson, Jay Revell, Paul Gardner), celebre studio creativo londinese che cura lo show-design dei live di artisti internazionali e grandi eventi: Little Mix, Dua Lipa, Elton John, Ellie Goulding, ed è uno spettacolo unico nel suo genere, che mette al centro Marco e la sua musica e coinvolge, fin dal primo secondo, il pubblico presente nello stadio.

Sono passati due anni, sei mesi e un giorno dall’ultima data di Atlantico tour. Non vedevo l’ora.

Per quanto riguarda il palco: è composto da una passerella lunga 24 metri che conduce al palco circolare che troneggia nel parterre e che cela un cubo in grado di avvolgere, scoprire ed elevare Marco fino a 5,5 metri d’altezza al centro del prato, “nel cuore dello stadio”, con la possibilità di proiettare sui 4 lati visibili al pubblico immagini ad altissima definizione, grazie ai 4 proiettori laser da 35k ansi lumen. Da segnalare i momenti di divisione tra i vari blocchi e cambi, durante il quale si è optato, come per certi versi anche nei tour precedenti, di dare la giusta visibilità ai membri della band, facendoli interpretare cover, eseguite in modo egregio e apprezzabilissimo. Il monologo corale sull’uso delle parole è stato molto tagliente e toccante allo stesso tempo, grandissimo spunto di riflessione. Voglio raccontare un piccolo aneddoto, nell’attesa del live ho personalmente voluto passare un’oretta in mezzo ai fan di Marco ed ascoltarli, è un vezzo che mi concedo talvolta perché mi consente di capire sfaccettature diverse, visioni differenti sull’artista, espresse dalle persone che maggiormente lo seguono, ecco in questo caso devo dire che ho avuto la prova della sensibilità d’animo di gran parte dell’Esercito, hanno dimostrato di aver accolto sempre con grande intelligenza quelli che sono stati gli “insegnamenti” di Marco, che ha voluto esprimere negli anni sia tramite le sue canzoni che tramite interviste, dall’inclusività al più tangibile rispetto per l’ambiente. In occasione della data a San Siro, sono state annunciate le date del tour nel palazzetti che si svolgerà il prossimo autunno, occasione durante il quale, sempre accompagnato dal team di Black Skull Creative, si potranno esplorare altri aspetti di Materia (Terra) e del nuovo progetto, da quanto accennato in conferenza stampa.

>> CLICCA QUI PER LE DATE DEL TOUR NEI PALAZZETTI

Scaletta “Marco Negli Stadi”

  • Cambia un uomo
  • Esseri Umani
  • No Stress
  • Voglio
  • Muhammad Alì
  • Psycho Killer
  • Credimi Ancora
  • Mi Fiderò
  • Solo Due Satelliti
  • Luce
  • Proteggiti da me
  • Parole In Circolo
  • L’Essenziale
  • Non Passerai
  • Onde
  • Sai Che
  • Hola
  • Ti Ho Voluto Bene Veramente
  • Duemila Volte
  • Come Neve
  • In Un Giorno Qualunque
  • Guerriero
  • Ma Stasera
  • Pronto a correre
  • Io Ti Aspetto
  • Buona Vita