Dashiki, dal 15 ottobre il nuovo REMIX EP “Gianna oh”

Dashiki, dal 15 ottobre il nuovo REMIX EP “Gianna oh”

13 Ottobre 2021

L’eclettico e misterioso producer Dashiki, insieme alla talentuosa ed enigmatica cantautrice napoletana Dadà, pubblica venerdì 15 ottobre l’amapiano remix ep del singolo Gianna oh (Warner Music Italy) curato dai producer Kwamzy, a cui si affianca la giovane e talentuosa produttrice e cantautrice Ginius, e Darktonic.

L’epcontiene una duplice versione del brano unica nel suo genere, etnica e ancora più originale: l’amapiano, infatti, è uno stile di musica house emerso in Sud Africa nel 2012, un ibrido di deep house, jazz e musica lounge caratterizzato da synth, pad “ariosi” e ampie linee di basso percussive. Si distingue per melodie di pianoforte acute, linee di basso Kwaito, ritmi house sudafricani degli anni ’90 low tempo e percussioni di un altro sottogenere locale di house noto come Bacardi. Quella dell’amapiano remix ep è quindi una reinterpretazione inedita e nuova, che consentirà a Gianna Oh di oltrepassare qualsiasi confine, spostandosi dal Sud d’Italia al Sud del mondo, e di fare della sua protagonista simbolo di libertà in tutte le sue forme. La bellissima Gianna, entità ascetica e irraggiungibile, ma allo stesso tempo popolare e terrena, si veste quindi di abiti nuovi e sontuosi, cuciti su misura per esaltare le forme dirompenti del suo corpo, e prosegue così quella sua passeggiata sinuosa che poi diventa falcata verso la ricerca fluida si sé stessi, prendendo per mano l’ascoltatore e trasportandolo in una dimensione altra, al di fuori del tempo e dello spazio, misteriosa e affascinante esattamente come lei. La pubblicazione giunge a una settimana di distanza dall’uscita dell’house remix ep del brano, fuori da venerdì 08 ottobre, che contiene le tre versioni di Mike Dem, Viel (IT) ed Enoo Napa. Questa serie di remix version, distribuite su due ep dalla definita chiave di lettura, si aggiungono a quella di Daniele Baldelli & Marco Dionigi, pubblicata a luglio, e vanno ad accrescere e rendere ancora più complesso, variegato e caleidoscopico l’universo che orbita intorno a “Gianna Oh” e che DASHIKI e DADA’ hanno creato. I due artisti, unendo simbioticamente i propri mondi e aprendo inediti squarci sonori, soffiano sull’ascoltatore un profondo senso di libertà attraverso la figura di Gianna e propongono una combinazione sonora, immaginativa e sensoriale ipnotica, sospesa, mezzosangue. Tutto ciò anche grazie a un testo unico nel suo genere, scritto in lingua napoletana arcaica. Un tocco particolare, stravagante e genuino, che dona al pezzo un sapore d’altri tempi.