Renzo Rubino, dal 19 luglio la terza edizione di “Porto Rubino”

Renzo Rubino, dal 19 luglio la terza edizione di “Porto Rubino”

24 Giugno 2021

Una speciale chiamata all’imbarco, che ufficializza il ritorno della calda stagione dei live a pochi giorni dall’inizio dell’estate: da una venue incantevole come quella di Polignano a Mare parte il 19 luglio la terza edizione di Porto Rubino, il suggestivo viaggio del cantautore pugliese Renzo Rubino tra i mari della Puglia. Quattro imperdibili tappe per il grandissimo evento musicale che celebra il mare da proteggere, ispirazione per gli artisti, luogo di incontro e arricchimento unico nel suo genere.

Porto Rubino nasce come un non luogo dove nessuno è escluso. Non è un Festival di genere: non è indie, non è rock, non è pop, è Porto Rubino, un unicum senza limiti di tempo e spazio. Tanti i compagni di viaggio di Renzo e gli ospiti d’eccezione:

  • Polignano a Mare (BA) il 19 luglio con Vinicio Capossela e Micah P. Hinson
  • Castro Marina (LE) il 21 luglio con Edoardo BennatoFrancesca Michielin e Fulminacci
  • 23 luglio a Ostuni  – Villanova (BR) con Michele Bravi Roy Paci
  • 25 luglio alla grande festa finale di Maruggio – Campomarino (TA) con MahmoodFrancesco BianconiGiovanni TruppiMargherita VicarioMotta e Gino Castaldo.

Porto Rubino rafforzerà ulteriormente il suo legame con il territorio pugliese dando la possibilità a tre giovani artisti locali, i cui nomi verranno svelati in seguito, di aprire una o più tappe dell’evento, grazie ad un accordo in via di definizione con Regione Puglia, Puglia Sounds/Teatro Pubblico Pugliese e Puglia Promozione.

Altri progetti di Renzo Rubino

È in quest’occasione che per estendere il suo abbraccio dal mare ai fan, Renzo presenterà in anteprima il suo nuovo progetto discografico Giocattoli Meravigliosi, in uscita il prossimo ottobre, distribuito da Universal MusicGiocare è il primo singolo estratto da questo disco di favole: to playjouerabspielenjolastuhrát siigraspeel sono tutte parole che significano GIOCARE ma anche SUONARE. Questo brano, così come Porto Rubino, è nato come un gioco: divertimento in musica con atmosfere alla Tim Burton, invito a guardare la vita con occhi di bambino per riappropriarsi dell’attitudine senza cui non esisterebbero la scoperta e la conoscenza.