Martini Live Bar, la conferenza stampa del quarto appuntamento con protagonista Chadia Rodriguez

Martini Live Bar, la conferenza stampa del quarto appuntamento con protagonista Chadia Rodriguez

24 Febbraio 2021

Dopo il successo delle prime tre tappe, che hanno raggiunto oltre 70.000 persone, con ospiti Coma Cose, Boss Doms e Nitro (ve ne abbiamo parlato qui) MARTINI propone un nuovo appuntamento del format Martini Live Bar con la giovane rapper Chadia Rodriguez.

Davanti al banco da bar al 16esimo piano di Terrazza Martini, al centro della capitale dell’aperitivo, Chadia si esibirà con la dj TAMI portando, tra gli altri brani, il suo ultimo singolo Donne che odiano le donne, uscito per Sony a inizio febbraio 2021. Nella diretta live delle 19 si racconterà a tutti coloro che si collegheranno ai canali social, dando il proprio punto di vista sul presente e il futuro della musica italiana per poi esibirsi guardando dall’alto Milano. Uno showreel che porterà sul palco virtuale di Terrazza Martini brani di rottura, capaci anche di affrontare temi quanto mai attuali per la Generazione Z come il body shaming o il cyberbullismo. Nel percorso in salita di un’Italia che prova a ripartire, nuove forme di intrattenimento si affermano con l’obiettivo di continuare a far vibrare le casse, pur nel rispetto della sicurezza di tutti. In questo contesto, MARTINI porta in scena il quarto appuntamento del Martini Live Bar, uno spettacolo che può oggi definirsi un vero e proprio format, dove fisico e virtuale si integrano per dare vita a momenti di intrattenimento che, da una parte, celebrano la straordinaria capacità italiana di inventarsi nuovi modi per non rinunciare a stare insieme e, dall’altra, danno spazio a personaggi con una visione personale e innovativa del futuro della musica italiana. Dopo il duo indie Coma_Cose, l’eclettico Boss Doms, il principe del rap italiano Nitro, è ora la volta di una sensuale voce femminile, quella di Chadia Rodriguez.

Riapriamo il 2021 con un nuovo appuntamento di #MartiniLiveBar, un format frutto della contingenza degli scorsi mesi ma che si è rivelato essere un potente strumento di intrattenimento che soddisfa i gusti dei nostri consumatori, ricordiamoci che musica e aperitivo sono un duetto inseparabile, ma che allo stesso tempo dà un segnale importante in un’Italia che ha bisogno di guardare con speranza al futuro, coinvolgendo anche e soprattutto i nostri artisti – commenta Fabio Pane, MARTINI marketing manager Italy –. La musica è divertimento, certo, ma la musica è anche arte e mezzo di comunicazione. La playlist virtuale che abbiamo collettato in questi mesi ha visto succedersi, con un MARTINI Fiero&Tonic in mano, davanti al nostro banco da bar itinerante, alcuni dei più interessanti profili dello spettacolo italiano. Ognuno di loro ci ha raccontato qualcosa, ha espresso il proprio punto di vista, ma soprattutto la voglia di non fermarsi e di continuare ad emozionarsi ed emozionare. Questa volta tocca alla giovane Chadia Rodriguez che di cose, ne ha davvero tante da dire.

Chadia Rodriguez racconta così il suo approccio alla musica e come commenta il dominio maschile nella trap: La musica stessa mi ha messo subito partecipe di questa famiglia, per quanto riguarda il genere Trap, è un genere sicuramente prevalentemente maschile, ma anche noi donne negli ultimi anni ci siamo fatte sentire. Tra le trapper internazionali e quelle italiane c’è differenza, in Italia la figura viene vista più “limitante”, all’estero possono fare tutto senza essere “troppo”.

Chadia Rodriguez racconta del suo approccio al palco e cosa significa per lei tornare ad esibirsi durante Martini Live: Ci tengo tanto a ringraziare per avermi scelto per questa live, sicuramente una delle emozioni che percepirete è l’ansia, sono molto ansiosa quando devo cantare, noterete anche però quanto ci teniamo. Sarà un bel momento da condividere tutti insieme.

Per quanto riguarda Sanremo: Mi sarebbe piaciuto portare Donne che odiano le donne durante questo festival, tuttavia mi sono accorta che forse è il caso che mi fortifichi maggiormente per qualche anno ancora, prima di calcare un palco di questo tipo. Tiferò per Random.

A proposito di quello che ha comportato il COVID: Tutto quello che abbiamo vissuto ci faccia riflettere, che le persone siano più altruiste e rispettose del prossimo.

Il rapporto con Milano: Milano è una città magica, arrivando da Torino me ne sono subito innamorata, mi sono sentita subito libera, qui potevo essere veramente la persona che volevo essere, senza essere giudicata da nessuno. Mi ha insegnato ad amarmi e ad accettarmi, a conoscere persone che oggi lavorano con me.