Ermal Meta, il testo di “Il Destino universale”

Ermal Meta, il testo di “Il Destino universale”

24 Febbraio 2021

Il Destino universale è il quarto brano di Tribù urbana, il nuovo album di inediti di Ermal Meta, pubblicato per Sony Music Italy.

Testo e Musica: Ermal Meta

Testo Ermal Meta “Il destino universale”

Yusuf ha 15 anni e non vuole scappare
ha il deserto sulla pelle
davanti agli occhi un grande mare.
Marco ha 20 anni e lo vedi sparire
in mezzo a questa grande folla
insegue la sua stessa vita
Ci manca il coraggio
di dire “lo faccio,
concedo a me stesso di essere libero.
stavolta io posso
un piccolo passo”
per sperare non si chiede il permesso
Tommaso ha 40 anni e tre bocche da sfamare
ma si affoga nei bicchieri
e resta a galla coi pensieri.
Marta li ha compiuti ieri e a guardarla fa male
il contrario dell’amore la morde
ma lei è un fiore tra le pietre
Gira, gira sai com’è
non gli importa dei perché
sia nel bene che nel male
tocca a te e pure a me
gira, gira sai che c’è
lo fa senza chiedere
il destino universale
tocca a te e pure a me
Sia a te che pure a me
Fulmini luminosi sono le vene del cielo
tra l’inferno e il paradiso
ci siamo noi, c’è pure il tuo sorriso
qualcuno dice che ci siamo già passati
che questo viaggio è circolare
se odi, poi, dovrai amare
Gira, gira sai com’è
non gli importa dei perché
sia nel bene che nel male
tocca a te e pure a me
gira, gira sai che c’è
lo fa senza chiedere
il destino universale
tocca a te e pure a me
Sia a te che pure a me
E trovo il coraggio di dire lo faccio
concedo a me stesso di essere libero
stavolta io posso
un piccolo passo
stavolta non chiedo il permesso.
Ermal ha 13 anni e non vuole morire
della vita non sa niente tranne che
la vita è importante
la vita è importante
la vita è importante
la vita è importante
Gira, gira sai che c’è
la vita è importante
è il destino universale
la vita è importante
gira, gira sai com’è
la vita è importante
è il destino universale
la vita è importante