Leonardo Lamacchia, l’inedito “Via Padova”

Leonardo Lamacchia, l’inedito “Via Padova”

4 Dicembre 2020

Leonardo Lamacchia, attualmente allievo della scuola di Amici di Maria de Filippi, durante la quarta puntata del pomeridiano ha presentato il suo inedito Via Padova, prodotto da Michele Canova.

Il brano, scritto a otto mani da Leonardo Lamacchia con Gianni Pollex, Roberto Guglielmi e Stefano Milella.

CLICCA QUI per la scheda artista.

Dichiarazione Leonardo: Via Padova, Milano, Luglio 2020. Sono le 4 del mattino e sono di ritorno verso casa. Mi fermo da un kebabbaro, fame assurda, decido di prendere una granita. Vorrei essere in Puglia, in spiaggia, ma il lavoro mi inchioda qui, l’amore mi inchioda qui. La luna è piena, continuo a camminare e il ghiaccio nel bicchiere si sta sciogliendo… ‘mi brucia tutta la schiena’. Tu non ci sei più!

Michele Canova dice: Partecipare alla nuova edizione di Amici come produttore musicale, mi sta piacendo molto, e ringrazio Maria de Filippi per questa bella opportunita’.  Via Padova di Leonardo mi ha colpito subito.  Ascoltando il demo ho capito che avrei potuto contribuire a renderla un buon prodotto per il mercato musicale di oggi. Drum machines anni ottanta mixate con chitarre e basso elettrico eseguiti magistralmente da Jaime Estalella, confluiscono in dei ritornelli in cui i synth analogici la fanno da padrone!

Videoclip

Testo

Via Padova è una spiaggia
Sono anche qui stasera, la luna è piena
Mi brucia tutta la schiena
Tanto so già che sei con qualcuno
A bordo piscina a bere il prosecco
Prima sarei impazzito
Avrei spaccato tutto
Il tuo silenzio è una bomba al tritolo, sotto al cuscino non mi fa dormire
Nulla ha più senso, devo lasciarti andare
Cerchi il conforto nel letto di un altro, stringi le mani, avevo ordinato altro
Dovrei far reclamo, ma chi lo fa
Via Padova è una spiaggia
Sono anche qui stasera, la luna è piena
Mi brucia tutta la schiena
Granite all’amarena, l’amore ci avvelena, un bacio all’Amuchina
Le labbra bruciano ancora, vorrei del ghiaccio nel bicchiere, per favore
Dove finiscono le cose che perdi quando è troppo tardi
Nelle tasche degli altri, di chi non conosci
Poi in una discarica di cuori a pezzi
Voglio ancora veder l’America, toccare il cielo dell’Africa
dormire nudo sull’amaca, dovrei fare reclamo ma chi lo fa
Via Padova è una spiaggia
Sono anche qui stasera, la luna è piena
Mi brucia tutta la schiena
Granite all’amarena, l’amore ci avvelena, un bacio all’Amuchina
Le labbra bruciano ancora, vorrei del ghiaccio nel bicchiere, per favore
Per favore,
Cerchi conforto nel letto di un altro, vorrei del ghiaccio nel bicchiere per favore