Amici 19, i top e i flop della seconda puntata del Serale

Amici 19, i top e i flop della seconda puntata del Serale

7 Marzo 2020

E’ andata in onda, venerdì 6 marzo, la seconda puntata del Serale di Amici di Maria de Filippi. Ecco alcune considerazioni sulla puntata.

FLOP

  • L’atteggiamento avuto da Nicolai durante tutta la puntata. Dalla contestazione iniziale al provvedimento chiesto da Timor, alle battutine durante Amici Prof nello scontro tra Rudy e TimorVoto Rudy perchè almeno mi fa ridere“, per poi non dimenticare il fantastico exploit nella sfida finale con Javierle compagnie di ballo conoscono il nome di Nicolai in tutta europa, Javier non lo conosce nessuno” .
    Lo avevamo detto anche nel Top e Flop della settimana scorsa, carattere che oltrepassa lo spigoloso per sfociare nell’irrispettoso verso tutte le figure del programma. Gli unici con cui non si è ancora scontrato pare che siano i tre giudici ma, scommettiamo che appena gli fanno un appunto parte in quarta anche contro di loro?!
  • La sfida “Macho” di Vanessa Incontrada. Credo sia stato sbagliato porre una sfida in cui Valentin fosse palesemente in vantaggio, anche a detta della stessa Incontrada, rispetto a Javier, come ago della bilancia per guadagnarsi un posto per la terza puntata. La sfida è stata “scorretta” a maggior ragione perché a votarla era unicamente Vanessa, che aveva già espresso una preferenza totale nei confronti di Valentin.
  • Giulia proprio fuori fuoco completamente, addirittura peggiorata rispetto a settimana scorsa, in cui avevamo detto che fosse stata troppo esagerata nell’interpretazione. Questa settimana l’abbiamo sentita duettare con Loredana Bertè sul brano Cosa ti aspetti da me, ed è stato uno dei peggiori duetti delle ultime edizioni di Amici, gonfia, troppo piena, ai limiti dello stucchevole. Anche con l’inedito Va tutto bene non è andata molto meglio, too much per dirla alla giovanile.
  • L’accanimento della Bertè verso Gaia. Siamo arrivati a parlare proprio di accanimento perchè utilizzare la frase “l’avrà votata la giuria demoscopica che mi fece arrivare quarta a Sanremo” è davvero una cafonata. Siamo tutti consapevoli che questo sarà il minore dei giudizi negativi che proveranno questi ragazzi una volta usciti da Amici, soprattutto se per sbaglio capiteranno a Sanremo, dove la stampa in genere si diverte a giocare a chi affonda maggiormente i ragazzi di Amici, però è anche vero che bersagliarla in questa maniera, tacciandola di “falsità nel cantare” addirittura mi sembra esagerato e alla lunga risulta fastidioso perché da un consiglio artistico si trasforma in un giudizio ai limiti del personale.

RIMANDATI

  • La prova per Gaia affidatale da Loredana Bertè su Ragazzo mio. L’allieva ha dovuto eseguire il brano rispettando la versione della Bertè nella metrica, dell’intonazione senza cambiare la struttura del brano in nessun modo. Gaia ha portato a casa il brano però con delle remore sull’intonazione.
  • Amici Prof, ancora da aggiustare, sicuramente molto lontano dal momento delle cabine di qualche stagione fa, in cui ci si divertiva davvero molto e che in parte si è riportato alla luce nei collegamenti con Sabrina Ferilli.
  • Jacopo rispetto alla settimana scorsa è sicuramente migliorato, nell’intenzione soprattutto. Attualmente risulta quello più fragile all’interno della scuola, al netto dei voti della giuria (che appare come un terno al lotto provare a intuire cosa potrebbero votare).
  • Regolamento per il passaggio alla puntata successiva. Meglio della puntata precedente ma ahimè presenta delle grosse falle nel sistema. La prima ammissione, quella di Gaia alla terza puntata, votata dal televoto è sicuramente quella più meritocratica, dato che il pubblico a casa non ha praticamente voce ad oggi per quanto riguarda la classifica, se gli viene tolta la possibilità di scegliere chi dovrebbe andare in puntata successiva non ha senso che venga utilizzato come strumento. L’ammissione di Valentin a discapito di Javier infatti ci è sembrata assurda (ma ne abbiamo già parlato).

TOP

  • Gaia con Mahmood. Duetto forte ma si percepiva una mancanza di fluidità tra i due, mancava qualcosina, probabilmente dovuto alla poca possibilità di provare (i duetti con l’ospite in genere vengono provati solo il giorno stesso della puntata). Tutto sommatto la performance si merita sicuramente un voto molto più che sufficiente.
  • Sabrina Ferilli. Dopo la deludente apparizione di Luciana Littizzetto durante la prima puntata, con l’incursione forzata in casa Ferilli si sono riacquistati punti, ha fornito autenticità a questa parte dello spettacolo, complice la schiettezza di Sabrina e i “battibecchi” con Maria.
  • Javier nella coreografia della gonna è stato sbalorditivo, nonostante fosse la quinta esibizione in meno di un’ora è stato in grado di portare a casa una coreografia di oltre due minuti, estremamente dinamica.
  • Valentin si è portato a casa la puntata anche questa settimana. Al netto delle considerazioni della Celentano, che possono essere condivise o meno, il ragazzo riesce sempre a convincere. E’ pur vero che non è stato mai messo in difficoltà, alla fine si tratta sempre di quel genere li, che richiede quella fisicità e quell’attitudine .
  • Plauso per Nyv e la sua rielaborazione di Rhythm is a Dancer, una delle più belle esibizioni della cantautrice all’interno di Amici.