Amici 19, i top e i flop della prima puntata del Serale

Amici 19, i top e i flop della prima puntata del Serale

29 Febbraio 2020

Ha preso il via venerdì 28 febbraio la fase serale di Amici 19, ed ecco una sorta di pagella della prima puntata.

FLOP

  • Lucianona nazionale questa volta non ha colpito come al solito. Complice il collegamento, Luciana è risultata impacciata, quasi di troppo nel contesto, non riusciva a interagire con Maria e creare quel botta e risposta al quale ci hanno abituato negli anni a C’è Posta per Te. Dopo una partenza decisamente sottotono, al secondo collegamento si era quasi ripresa, per poi concludere con un terzo collegamento nel quale sembrava proprio esaurita da tutta la situazione e non ha divertito.
  • Martina e Francesco, la prima seriamente sottotono soprattutto nel feat. con J-Ax, nella sfida di eliminazione avremmo preferito sentirla cantare uno dei suoi inediti, avrebbe sicuramente fatto una performance migliore, per quanto riguarda Francesco rimaniamo dell’idea che avevamo espresso qualche settimana fa, bravo ma con un enorme punto di domanda in fronte, manca di originalità, un bravo esecutore ma con poco fuoco in quello che realmente vuole portare sul palco.
  • Regolamento di ammissione alla puntata successiva. E’ passata solo la prima puntata e già non ne possiamo più di questo meccanismo. Troppo contorto, una volta votano i professori, una volta il televoto, una volta passa il primo, una volta il secondo, il televoto-radar sullo sfondo e la mano bionica di Gabry Ponte stile Avengers/Power Rangers. Si ai gironi ma sicuramente da alleggerire, troppa carne al fuoco, troppi sapori diversi che non collimano tra loro. L’ideale sarebbe una struttura simile a quella usata durante la scorsa edizione per decidere l’ingresso alla Semifinale/Finale.
  • Le Maglie. Non possono mandare in pensione le fatidiche Carte! Di questo passo ci ritroviamo alla finalissima con l’elezione del vincitore stampato su una felpa.

RIMANDATI

  • L’intervento delle Sardine ha aperto la serata con oltre 10 minuti di discorso, che ha contribuito all’assopimento già di metà del pubblico probabilmente. Trovo che fosse del tutto evitabile, per carità pienissimo di bei messaggi ma decisamente polemico, il dialogo doveva essere “contro l’odio” ma, pare che il dialogo vertesse più sul “guardate che cattivi quelli, noi siamo i buoni“. Apprezzabile il voler portare una realtà giovane di protesta ai poteri forti del paese, un movimento di ribellione, ma doveva essere tutto ben calibrato al fatto che siamo in talent show e non in un programma di propaganda politica.
  • Giulia rimane da comprendere, troviamo che sia sempre eccessiva, c’è sempre qualcosa che la sovrasta, complici brani che la appesantiscono e la invecchiano tremendamente. Date una ventata d’aria fresca a questa ragazza.
  • Talisa e Jacopo sicuramente al di sotto delle aspettative, la prima a causa anche di un infortunio che l’ha bloccata quasi tutta la settimana, ciò non toglie però che l’improvvisazione/interpretazione sia stata agghiacciante! Per Jacopo invece abbiamo la percezione che abbia mollato, forse la situazione o la tensione hanno giocato un brutto scherzo al ragazzo che è risultato anonimo, poco al di sopra rispetto a Francesco.
  • Nicolai, bravo per carità, ma nell’esprimere un’opinione su di lui non si può non tenere conto dell’inferno che sta facendo passare ai suoi coinquilini, alla produzione, ai professionisti e assistenti. Potrai essere bravo quanto vuoi ma l’umiltà di metterti al servizio di chi lavora per te dovresti averla.

TOP

  • Gaia impressionante, anche se appariva un pò sottotono rispetto alla fase pomeridiana, dovuto probabilmente al fatto che ha eseguito due brani molto complicati, Stupida Allegria in feat. con Emma non deve essere tanto semplice, essendo un brano con un ritmo molto serrato musicalmente e che non va di pari passo con il ritmo vocale, è un attimo quindi sbagliare e Bang Bang che essendo un brano molto disco-dance e quindi difficile da replicare in live mantenendo la stessa carica.
  • Javier potremmo tranquillante mandarlo in finalissima con Nicolai, con la speranza che sia il primo ad avere la meglio sul secondo. Come abbiamo detto nel nostro articolo della pagelle è uno dei migliori ballerini passati da Amici di Maria de FIlippi in questi anni. Versatile, preciso, corretto nell’esecuzione, tecnicamente impeccabile.
  • Gara tutti contro tutti. Questo format che permette a tutti di esibirsi è sicuramente meritocratico per tutti i ragazzi, quindi rispetto al passato si evita il problema del “quello che si esibisce di più per il punto” a discapito degli altri.