Elodie, in gara al Festival di Sanremo con il brano “Andromeda”

Elodie, in gara al Festival di Sanremo con il brano “Andromeda”

27 Gennaio 2020

Elodie, sarà in gara nella settantesima edizione del Festival di Sanremo, con il brano Andromeda.

Da mercoledì 5 febbraio sarà disponibile in radio e in digitale Andromeda (Island Records), brano che Elodie canterà per la prima volta, questa sera, sul palco del Teatro Ariston, diretta dal maestro Sylvia Catasta. Andromeda, scritta da Mahmood e Dario Faini, in arte Dardust, a partire da questa notte sarà inserita all’interno dell’album This is Elodie, attualmente disponibile in tutti i digital stores e dal 7 febbraio in formato CD. Il testo rievoca il mito greco di Andromeda, trasformata in roccia per punizione, solo Perseo avvicinandosi scopre che quello scoglio inanimato è una donna bellissima. Le catene che immobilizzano la fanciulla sono le fragilità cantate da Elodie, solo chi è in grado di andare oltre al primo sguardo, può scoprire la sua essenza vera. 

Andromeda è un brano estremamente moderno, in grado di stupire, per nulla scontato. Avrei fatto Sanremo solo con un brano in grado di sorprendermi e Andromeda lo ha fatto, lo fa tuttora, ed è coerente con il percorso iniziato ormai un paio di anni fa.

Nella serata di giovedì 6 febbraio, dedicata alle canzoni che hanno fatto la storia del Festival, Elodie eseguirà Adesso tu di Eros Ramazzotti, che portò il brano sul palco dell’Ariston nel 1986. Elodie sarà accompagnata dal pianoforte di Aeham Ahmad, artista siriano, classe 1988.

Autori “Andromeda”

Alessandro Mahmoud e Dario Faini

Testo “Andromeda”

Dici sono una grande
Stronza che non ci sa fare
Una donna poco elegante
Tu non lo sai non lo saprai cosa per me è il vero dolore
Confondere il tuo ridere per vero amore
Una volta 100 volte chiedimi perché
Esser grandi ma immaturi è più facile ma perché
Forse non era ciò che avevi in mente
Ti vedrò come un punto tra la gente
Come un punto tra la gente
Non sai cosa dire se litighiamo è la fine
La mia fragilità e la catena che ho dentro ma
Se ti sembrerò piccola non sarò la tua Andromeda Andromeda
Andromeda Andromeda
Andromeda Andromeda
Forse ho solo bisogno di tempo forse è una moda
Quella di sentirsi un po’ sbagliati
Ci penso qua sul letto mentre ascolto da ore
La solita canzone di Nina Simone
Una volta 100 volte chiedimi perché
Esser grandi ma immaturi è più facile ma perché
Forse non era ciò che avevi in mente
Ti vedrò come un punto tra la gente
Non sai cosa dire se litighiamo è la fine
La mia fragilità e la catena che ho dentro ma
Se ti sembrerò piccola non sarò la tua Andromeda Andromeda
Andromeda Andromeda
Andromeda Andromeda
Andromeda Andromeda
Andromeda Andromeda
Non sarai mio marito mio marito no
Me ne vado a Paris vado a Paris però
Ti prego giurami tu giurami che non
Mi dirai mon ami mon ami ti prego
La mia fragilità e la catena che ho dentro ma
Se ti sembrerò piccola non sarò la tua Andromeda Andromeda
Andromeda Andromeda
Andromeda Andromeda
Non sai cosa dire se litighiamo è la fine

Videoclip

Il videoclip è caratterizzato da un’atmosfera intima, unica protagonista Elodie, che racconta la sua storia, la sua Andromeda, intensa, complessa e femminile.