Amici di Maria de Filippi, diciotto anni di successi!

Amici di Maria de Filippi, diciotto anni di successi!

26 Maggio 2019

E’ andata in onda il 25 maggio la finale della diciottesima edizione di Amici di Maria de Filippi, una finale molto combattuta e piena di talento, come non si vedeva da anni.

La finale di Amici di Maria de Filippi è ormai diventato per tutti in Italia un appuntamento al quale non ci si può tirare indietro, anche coloro che non hanno seguito i ragazzi nel loro percorso, dai casting al pomeridiano, si trovano davanti alla televisione per ascoltare, vedere e perchè no, criticare, chi riuscirà a trionfare la corrente edizione del talent più longevo della televisione italiana. E’ ormai diventato un momento di costume italiano, così come il Festival di Sanremo, e nonostante gli anni passino la fucina di Maria de Filippi continua ad apportare ogni anno una qualità di talento altissima, tanto che arrivati alla finale, sembra che ogni anno il livello sia salito, rispetto a quello precedente. Il segreto di Amici è sicuramente dovuto in gran parte all’empatia di Maria de Filippi con il pubblico, che riesce a costruire un programma, soprattutto nella fase serale che negli ultimi anni per questioni di scelte aziendali viene posizionata al sabato sera, sulla base di ciò che piace al pubblico rendendo un semplice talent show, un vero e proprio programma di intrattenimento a 360gradi, dai grandi ospiti internazionali al duo comico Pio e Amedeo, che in occasione di questa finale hanno voluto dedicare una lettera ironica alla padrona di casa, nel loro perfetto stile.

Cara Maria, GRAZIE. Semplicemente grazie. Quando ci chiamasti la prima volta… eravamo increduli… ci abbracciammo forte con i nostri genitori e pieni di emozione pensammo tutti la stessa cosa: evidentemente gli altri comici hanno rifiutato e siamo rimasti solo noi, non si spiega altrimenti. (…) Eh sì siamo arrivati sin qui. Oggi finisce questa nostra avventura, ma spero che non ti dimenticherai di noi… magari ci riciclerai a fare i postini a C’è posta per te, oppure ad accendere i falò a Temptation  Island, a ballare i lenti a Uomini e Donne con i petali che scendono dall’alto… noi accetteremmo tutto perchè ricordatelo sempre Maria, anche noi, come Rudy Zerbi siamo senza dignità. Ci mancherai tanto Maria, ci mancherai come ogni lunedì mancherà la fattura a Stash, sai Maria, ora che è finito Amici sarà costretto a partecipare alla sagra del polipo a Mola di Bari oppure ad aprire il concerto alla Cover Band di Vasco Rossi oppure a spegnere le candeline in qualche centro commerciale pur di raccattare qualcosa… Ah che si fa per 250 euro. (…) Ci mancherete tutti…  persino la Celentano che abbiamo insultato poco… anziché contestare i ballerini, glielo avrà detto allo zio Adriano: “zio, zio ma quando hai fatto il cartone animato ADRIAN… che cosa ci volevi comunicare?? Non l’ha capito nessuno …zio. un cazzo di nessuno… Cara Maria, la verità? Sai qual è? Noi non vorremmo lasciarti mai: e abbiamo un sogno. Vorremmo essere i tuoi figli, non solo per l’eredità. Sì per l’eredità ma anche per vivere la quotidianità di casa DefilippeZ: ritrovarci sul divano, di sera. Con la copertina a commentare la televisione, vederci una replica del bello delle donne e dirci quanto fa schifo a recitare Gabriel Garko. Perché fa schifo a recitare Gabriel Garko!
Maria, portaci a casa, saremmo dei figli perfetti…faremo di tutto (…) giocare a carte a burraco e farti vincere… giocare con tutti i tuoi cani: “ugo” “filippa” “kledi” “garrison” e poi vederti fare crossfit… e dirci tra di noi… “hai capito a Maria? Come si mantiene tosta tosta” quasiquasi… Vabbè scusaci se abbiamo fantasticato un po’… quando tra un po’ di tempo torneremo a vendere il cocco sulla spiaggia… perché il successo finisce per tutti quanti. E’ inutile che ridete… A noi basterà fregiarci con i nostri figli di essere stati per queste 9 settimane i tuoi giullari di corte, i giullari della Regina della televisione italiana…. Una Regina che tratta tutti come dei Re.
Ecco come si diventa Regine! Ed è per questo che tutti ti vogliono bene. E noi più di loro. 
E chissà un giorno accetterai il nostro invito a cena. 
E pagheremo noi… si pagheremo noi… Con i buoni pasto che ci hai dato tu!
Per sempre tuoi Pio e Amedeo. GRAZIE.

Come dicevamo, ormai Amici è diventato un vero e proprio evento per gli italiani, e negli anni grazie al lavoro estenuante di Maria de Filippi e del suo team, è stato in grado di sdoganare il “fenomeno talent”, che non vedeva un futuro lavorativo al di fuori del programma, facendo interagire gli allievi con effettive opportunità di prosecuzione del loro percorso. Questo è avvenuto con l’ingresso delle case discografiche per i cantanti e delle compagnie di ballo per i ballerini per esempio, ma anche grazie alla volontà di non adagiarsi mai sul successo dalla precedente edizione, ma di voler sempre alzare l’obbiettivo, proponendo al pubblico talenti sempre più formati e pronti ad affrontare il mondo esterno.

Quest’anno è stato il tenore Alberto Urso il vincitore, che si è scontrato al duello finale con la cantautrice Giordana Angi. Dopo la tradizionale consegna del premio, quest’anno, Maria congeda gli spettatori con un video, un ringraziamento verso tutti coloro che sono stati in grado di rendere grande il nome di Amici di Maria de Filippiin Italia e all’estero.

18 anni fa è nato “Amici”, e da 18 anni questo programma prova a dare voce ai sogni dei tanti ragazzi che vogliono fare del canto e del ballo il loro mestiere. In 18 anni i palazzetti si sono riempiti, i teatri hanno aperto i loro sipari, le persone hanno comprato la loro musica e non solo in Italia, le compagnie di ballo li hanno accolti a braccia aperte, registi importanti li hanno voluti protagonisti. Siamo orgogliosi di tutti loro e siamo orgogliosi che “Amici” sia stato il primo palcoscenico che ha messo in luce il loro talento e quello che ci auguriamo è di riuscire a stare sempre dalla parte dei ragazzi.

Tanti sono stati i ragazzi che hanno varcato la soglia di quel talent, e che da li hanno iniziato a muovere i propri passi verso il loro successo, sia esso la musica, la danza, la recitazione, l’intrattenimento, ecc, e Maria ha voluto ringraziare proprio loro per questi diciotto anni di successi interminabili.