Maluma, la recensione del nuovo album “11:11”

Maluma, la recensione del nuovo album “11:11”

17 Maggio 2019

E’ disponibile dal 17 maggio in tutto il mondo, 11:11, il nuovo album di inediti della star internazionale, Maluma, pubblicato per Sony Music.

Maluma 11:11 Recensione Nuovo Album

All’anagrafe Juan Luis Londoño Arias, Maluma, è nato a Medellin in Colombia, ha creato il suo nome d’arte unendo le prime due lettere dei nomi di sua mamma, di suo papà e di sua sorella, anno dopo anno si è confermato come una delle voci emergenti più interessanti e importanti dell’industria discografica mondiale, tanto che a soli 25 anni è riuscito a far apprezzare, nel mondo, la cultura della musica latina 2.0. Artista da oltre 23 milioni di fans su Facebook, 5,5 su Twitter, 32,5 su Instagram e oltre 4 miliardi di visualizzazioni al suo canale ufficiale VevoMaluma, risulta essere anche uno dei personaggi più popolari sui social media, nello specifico, l’artista maschile latino più seguito, che gli è valso la premiazione ai Billboard Latin Award in qualità di Artist of the Year – Social Media. Non solo numeri per Maluma, ma anche molte premiazioni per i suoi lavori discografici, il più recente è stato ai Latin Grammy per il Best Contemporary Pop Vocal Album grazie all’album F.A.M.E, che ha conquistato 6 dischi di Platino negli Stati Uniti e 2 dischi di Platino in Messico nella prima settimana. Dopo essersi fatto notate da Sony Music, nel lontano 2010 con il brano Farandulera che divenne un successo radiofonico locale, arrivò il singolo di debutto con la major, Loco, e poco tempo dopo anche il suo primo album in studio, intitolato Magia. Nel 2015 ha debuttato alla prima posizione con l’album Pretty Boy Dirty Boy, primo album pubblicato nel mercato statunitense con l’etichetta Sony Music US Latin. Nei mesi antecedenti alla pubblicazione dell’album e dopo aver paizzato ben cinque canzoni alla prima posizione della Latin Airplay Chart di BillboardMaluma, è risultato essere il più giovane artista ad aver raggiunto contemporaneamente il #1 e il # 2 della Latin Airplay Chart di Billboard rispettivamente con Sin Contrato e Chantaje. Il vero grande successo planetario per Maluma, arriva con il singolo Felices Los 4, che ha conquistato ben 29 dischi di platino negli Stati Uniti, solo in Italia ha venduto ben 100mila unità aggiudicandosi il doppio disco di platino, mentre Corazón 11 dischi di platino. In seguito a questo enorme successo Maluma è stato l’artista più cercato dai colleghi, per la realizzazione di featuring, che sono diventati delle vere e proprie hit internazionali come Chantaje di Shakira e Vente Pa’ Ca di Ricky Martin.

Maluma, per una serie infinita di motivi, risulta essere il nome più caldo del momento per la musica latin e dal 17 maggio sarà nei negozi e digital store con il suo nuovo album 11.11 con collaborazioni di altissimo livello, da Madonna, nel brano Soltera, a Ricky Martin in No Se Me Quita, e poi Ozuna, Nicky Jam, Ty Dolla $ign, Zion y Lennox, Sech, Chencho e FarinaL’album è stato anticipato dalla pubblicazione del singolo HP, che ad oggi conta oltre 300milioni di views su Youtube. Le occasioni per ascoltare dal vivo 11:11 e tutti i suoi più grandi successi non mancheranno, infatti dal 6 settembre Maluma darà il via al Maluma World Tour da San Diego il 6 settembre, mentre per noi italiani l’occasione è un pò più vicina, infatti il 1 luglio sarà all’Arena Fiera di Cagliari. Da qualche giorno è stato pubblicato anche il nuovo singolo, Dèjale Saber, che arriverà anche delle radio italiane nelle prossime settimane.

11:11 è un album ispirato, afferma Maluma, è un segnale diretto dalle nostre guide, angeli e maestri, per stabilire un momento di connessione tra noi stessi e il resto del mondo. La musa ispiratrice è arrivata quest’anno nel momento in cui un’operazione al ginocchio lo ha costretto a fermarsi, a non andare in tour nè ad esibirsi. Ma invece che riposarsi davvero, come aveva programmato, Maluma ha lavorato senza fermarsi mai con il produttore e compositore Edgar Barrera, lo stesso che aveva collaborato con lui per F.A.M.E., e il risultato è un album che riflette l’evoluzione di Juan Luis Londoño come artista e che risulta positivo, divertente e potente.

È una chiamata ad agire o un modo per meditare, per ascoltare le proprie intuizioni e le proprie emozioni interiori, rappresenta il tempo per fermarsi e sentire le energie nascoste dell’universo, un monito per ricordarci il nostro posto nel mondo: è una chiamata per la verità

Tra la schiera di compositori, produttori e ingegneri del suono che hanno lavorato con Maluma e Edgar Barrera, troviamo tra gli altri i nomi celebri di Andrés Castro, Mambo Kings, Vicente Barco e Sergio George.

Maluma 11:11 Recensione Nuovo Album

11:11 è un disco completo, la testimonianza di quanto Maluma sia cresciuto artisticamente in questi anni e di quanto, nonostante le numerosissime collaborazioni con altri artisti, sia stato in grado di non proporre mai qualcosa di già sentito e annoiare di conseguenza il suo pubblico. Maluma, insieme al suo team di lavoro, ha confezionato un progetto variegato che, dal featuring con Ricky Martin nel brano No Se Me Quita, in cui si respira il puro reggaeton latino ballabile, alla hit radiofonica nel featuring con Ozuna in Dispuesto, ha proposto tantissimi stili diversi, tutti eseguiti in modo ineccepibile, affiancandosi ai numeri uno del mercato discografico mondiale. Molto interessante anche la collaborazione con Madonna in Soltera in cui troviamo il giusto connubio tra il pop made in un U.S.A. e il reggaeton da discoteca, se invece cerchiamo un’atmosfera più intima e riflessiva basterà ascoltarsi, Instinto Natural feat. Sech. Prepariamoci, perché di questo album se ne parlerà parecchio e meritatamente.