Mosaiko, dal 12 aprile il nuovo singolo “Vado Via” feat. Fio Zanotti

Mosaiko, dal 12 aprile il nuovo singolo “Vado Via” feat. Fio Zanotti

5 Aprile 2019

Da venerdì 12 aprile sarà in radio e disponibile su tutte le piattaforme digitali Vado Via il primo singolo della band Mosaiko con il featuring del Maestro Fio Zanotti.

I Mosaiko sono una band con una lunga storia alle spalle, ma si presentano al pubblico con questo nome per la prima volta, con la direzione artistica del Maestro Fio Zanotti. Il nome Mosaiko rappresenta il cammino musicale di sette musicisti del Sud Italia come una perfetta composizione artistica, che li lega l’uno all’altro con dedizione, cura e amore per la musica e l’amicizia.

Prodotto da Fonosud s.r.l, una nuova realtà nata con lo scopo di promuovere e valorizzare le risorse artistiche del Sud Italia e che ha visto la produzione esecutiva di Roberto Cannizzaro per Roka Produzioni, Vado Via è un brano dalle sonorità pop-funk ispirato e dedicato a Totò. Allegro, ironico e ricco di doppi sensi, come tipico del linguaggio del Principe, racconta la società attuale e i suoi ritmi frenetici con un linguaggio diretto e scherzoso: è un invito a vivere la vita con leggerezza ed entusiasmo.

 «Vado Via è il nostro nuovo inizio, la partenza e la strada per il nostro prossimo cammino musicale. Segna il nostro nuovo stile. Troppe volte ci siamo chiesti “Per andare dove dobbiamo andare… per dove dobbiamo andare?” ed abbiamo trovato la risposta: “Vado via!”. Siamo pronti per una nuova partenza senza una meta ben precisa, ma con la voglia di divertirci ancora in questo nostro nuovo cammino musicale al quale abbiamo dato il nome “Lady Road”– raccontano i Mosaiko – Grazie a “VADO VIA” abbiamo dato inizio ad un’importantissima collaborazione con il Maestro Fio Zanotti, una persona umanamente meravigliosa, allegra e determinata che ci ha trasmesso una carica inesauribile. Vado Via è nata nel 2007 e per anni abbiamo provato diversi arrangiamenti ma non eravamo mai contenti del risultato: è bastata una settimana a casa di Fio ed ora eccoci qua!»