Sanremo Arcobaleno

Non si ascolta bene che con il cuore

Cala il sipario sulla 67° edizione del Festival di Sanremo, e mentre Occidentali’s Karma si appresta a diventare il mantra di buona parte della popolazione italiana, noi continuiamo a parlare di abiti.

It seemed to be the end until the next beginning.

Ritorno al passato, ritorno al futuro.
La dicotomia che caratterizza le passerelle europee della Moda Maschile per l’autunno inverno 2017/2018 gioca sul ruolo dell’uomo moderno.
Lanvin a Parigi e Zegna a Milano sognano una figura mascolina vestita della sua ritrovata eleganza: colori scuri stemperati dalla morbidezza dei tessuti e completi senza fronzoli, giacche dal taglio squadrato e dal gusto classico.

Call me Joanne

Un cappello rosa, un profilo ed uno sfondo dalla tonalità pastello.

Dopo aver nutrito il Pop con pane e Armadillo Shoes, Lady Gaga torna irriconoscibile sulla scena musicale.

Lo scorso 21 ottobre esce Joanne, suo quinto album in studio.

Cos’è successo alla ragazza che si dona anima e corpo ai riflettori, sempre alla ricerca dello scandalo e dell’eccesso?

Probabilmente nulla.

Probabilmente tutto.

Il Vintage

Nella società del progresso, dove ogni realtà materiale ed immateriale è soggetta ad un ciclo vitale predefinito, qualcosa resta estranea alla moderna clessidra del tempo e all’obsolescenza programmata: il Vintage.

Se pensate sia facile entrarne in possesso, vi sbagliate. E’ necessario impegno.

E’ il termine, abusato, a creare confusione.

Criterio fondamentale affinché un pezzo di moda, abito o accessorio, possa essere stimato come vintage è la sua appartenenza agli scorsi decenni. Deve avere vent’anni per essere considerato tale in Italia e in America, venticinque in Inghilterra.

CALL ME JOANNE

Un cappello rosa, un profilo ed uno sfondo dalla tonalità pastello.

Dopo aver nutrito il Pop con pane e Armadillo Shoes, Lady Gaga torna irriconoscibile sulla scena musicale.

Lo scorso 21 ottobre esce Joanne, suo quinto album in studio.

Cos’è successo alla ragazza che si dona anima e corpo ai riflettori, sempre alla ricerca dello scandalo e dell’eccesso?

Probabilmente nulla.

Probabilmente tutto.

Il Vintage

Nella società del progresso, dove ogni realtà materiale ed immateriale è soggetta ad un ciclo vitale predefinito, qualcosa resta estranea alla moderna clessidra del tempo e all’obsolescenza programmata: il Vintage.

Se pensate sia facile entrarne in possesso, vi sbagliate. E’ necessario impegno.

E’ il termine, abusato, a creare confusione.

Criterio fondamentale affinché un pezzo di moda, abito o accessorio, possa essere stimato come vintage è la sua appartenenza agli scorsi decenni. Deve avere vent’anni per essere considerato tale in Italia e in America, venticinque in Inghilterra.