Giordana Angi, la recensione del suo nuovo album “Voglio essere tua”

Da venerdì 11 ottobre sarà disponibile nei negozi e digital store il nuovo album di Giordana Angi, intitolato Voglio Essere Tua, pubblicato da Virgin Records/Universal Music Italia. 

Giordana Angi Voglio Essere tua

Classe ’94, Giordana Angi, musicista, autrice e cantante, è pronta a tornare sulla scena musicale, a distanza di sei mesi dalla pubblicazione del suo EP di debutto Casa, con un nuovo album che è una sorta di viaggio in cui racconta le molteplici sfumature del cuore. Un cuore libero da giudizi e pregiudizi. Composto da dieci brani, scritti e interpretati dalla stessa Giordana, Voglio essere tua è un disco che parla prima di tutto di positività nell’amore, raccontando molte delle sue sfaccettature, dall’amore che vince sempre all’amore condiviso idealizzato ma anche palpabile e concreto, all’amore talvolta nostalgico e malinconico, all’amore che per la lontananza addolora, all’amore che per mancanza lacera e all’amore che tanto è il desiderio che brucia dentro. In contemporanea a questo disco ritroviamo Giordana immersa nell’attività di co-autrice di alcuni brani contenuti nel nuovo album di Tiziano Ferro tra cui il primo singolo estratto Buona (Cattiva) Sorte uscito lo scorso 16 maggio, ed ha collaborato anche al brano uscito il 20 settembre Accetto Miracoli, title track del nuovo album del grande artista.

Giordana Angi Voglio Essere tua

L’album si apre con il brano Oltre mare, un duetto con il suo amico e collega Alberto Urso, scritto dalla stessa Giordana, che abbiamo potuto ascoltare durante la sigla apertura delle varie puntate di Amici Celebrities, una ballad energica che mette in luce entrambe le voci sia negli assoli che nelle parti di sovrapposizione, racconta di un amore paziente, che resiste nonostante la distanza e le difficoltà. In Stringimi più forteil primo singolo estratto dall’album, troviamo una Giordana molto intima e intensa, sia per quanto riguarda il testo del brano che per l’interpretazione di esso.

Le 4 Milano, nasce in una stanza d’hotel di Milano alle quattro del mattino, da un’esigenza di Giordana, ed è composta da pensieri legati ad un amore di cui si sente ancora l’odore e di cui resta un ricordo così vivo da sentirne la mancanza. La title track, Voglio essere tua, è una dedica. Il desiderio di esprimere, nonostante la distanza. quanto una persona sia realmente importante per lei a dispetto del tempo trascorso insieme, un’ora, un giorno, un mese o anni, non è importante. Ti vorrei adesso, scritta per metà in italiano e metà in francese, è una sorta di esternazione del desiderio, di cronaca delle sensazioni che una persona prova quando si trova in un rapporto che non può definirsi ancora amore, ma che sicuramente è intrisa del desiderio reciproco. Anche in Lola, ritroviamo la tematica dell’amore carnale, del desiderio passionale, il tutto inserito in un contesto musicale molto trascinante.  Con la settima traccia, Giordana esprime un problema consueto nelle persone, il desiderio di dover sempre avere un’opinione e sentirsi in diritto di giudicare il prossimo in base alle scelte che esso compie, siano esse di natura sessuale oppure più semplicemente di vita quotidiana e lo fa con Sempre pronti a giudicare, un brano che racconta un grande amore logorato da rancore e rabbia, che vorrebbe cercare di andare avanti nonostante non sia possibile. In Paura di morire non ne ho, la cantautrice vuole lanciare un messaggio, carpe diem, cogliere ogni momento della vita e cercare di viverlo al massimo, senza paure, un inno alla leggerezza, alla libertà di idee e di amare. Con 400 proiettili l’album raggiunge un clima più “Cupo”, probabilmente si tratta del brano che conserva in se un lato di fragilità e sofferenza più accentuato, anche per la tematica che Giordana affronta, ovvero un amore finito che provoca piu’ dolore di 400 proiettili. A concludere l’album troviamo Encore, altro brano in cui ritroviamo quelle radici francesi che spesso l’hanno caratterizzata durante il percorso ad Amici 18. Il testo nasce di getto dopo aver ascoltato la melodia al pianoforte, e racconta di due persone che non riescono più a comunicare tra loro e prendono atto che sia arrivata la fine della loro storia.

Giordana Angi Voglio Essere tua

Giordana con questo nuovo album è in grado di raccontare molto di se e degli altri, fa un excursus delle varie sfaccettature emotive che una persona affronta in un rapporto amoroso. Fa questo servendosi della sua penna, se possibile ancora più schietta e diretta, di quanto non lo fosse con Casa, il precedente EP. In Voglio essere tua, troviamo una Giordana che ha voglia di raccontarsi in modo più leggero rispetto al passato, in cui aveva affrontato tematiche davvero forti. Con sonorità che spaziano tra il pop, il soul, il reggae e il rock la Angi è stata in grado in pochi mesi di realizzare un album molto variegato e che può stupire a tratti per quanto sia reale e tangibile nei messaggi che lancia.