INTERVISTA: Ozzo “vivo dei miei opposti e da questi ne traggo energia ed ispirazione”

Da venerdì 12 aprile, è disponibile in digital download, su tutte le piattaforme streaming e in rotazione radiofonica Change RMX, la nuova release del DJ e produttore milanese oZZo. Il lavoro, che arriva ad un anno di distanza dalla pubblicazione dell’EP #Pastislost e che è il remix di Change, seconda traccia del disco, è stato accompagnato da un lyrics video disponibile su YouTube dallo stesso giorno.  

Change RMX è caratterizzato da un sound fresco ed estivo, che parte da spunti house per esplodere in citazioni dubstep, in quel crossover tra dance ed elettronica che è diventato il marchio di fabbrica di oZZo, dopo la pubblicazione del remix della cover di Seal Crazy per Smillax Records.

Con “Change RMX” ho voluto riprovarci. – racconta oZZo – Onestamente, visto come è il mercato delle proposte italiane, non mi pongo il problema di come possa essere accolto dai puristi perché alla fine quello che ho imparato un questi anni di musica è di godermela fino in fondo cosi se non funziona ho sbagliato io e solo io.”

Change RMX è stata registrata e mixata da Ivano oZZo Tomba e Jacopo Festa (Studio-J) e prodotta da oZZo. Mastering a cura di Carl Fath. La voce è di Alessio Corrado.

Intervista

1. Chi è oZZo? (un breve excursus sulle esperienze musicali e influenze)

Ciao ragazzi, definire oZZo non è semplice poiché dopo essere stato da sempre il mio nickname, in pochi anche nella vita privata e lavorativa mi conoscono come Ivano, è diventato negli ultimi due anni il nome del mio progetto e concept musicale. Il mio passato musicale ha le radice nel punk hardcore della metà degli anni 90 quando in italia e in europa vi era un fermento musicale di un certo spessore  legato ai movimenti underground. Le prime avventure le ho fatte nei vari squat e centri sociali italiani ed europeri coi PHP band hardcore milanese. Nasco come chitarrista e song writer e porto queste mie attitudini anche nei progetti che creo dopo i PHP. Nascono cosi gli Audrey metal core band che mi permette di calpestare vari palchi in tutta europa sia come headliner che come band di apertura in festival. E’ proprio nel periodo Audrey che il seme di oZZo si insinua nella scrittura dei brani , perché nasce in me la necessità di usare sempre piu in maniera massiva l’elettronica.Dopo una breve militanza nei MELLOWTOY band alternative milanese, decido che era giunto il momento di provarci sul serio con l’elettronica senza compromessi, ossia suonare realmente quello che è mio. Nasce cosi il primo ep #pastislost sotto il moniker di oZZo con la voce di Alessio Corrado che si presta  per i primi 6 brani del disco.Le influenze dei sei brani sono da subito limpide, dubstep, electro un pizzico di dance e chitarre; saltano subito all’occhio i miei ultimi ascolti, Prodigy , Skrillex, Chainsmokers, Steve Aoki il tutto scritto con spunti mainstream nei ritornelli. Viene da se che da solo songwriter passo anche dall’altra parte del mixer come producer . Da li a poco AS FAST AS YOU CAN (primo singolo supportato dal video che mi vede come regista e attore) diventa soundtrack dello spot di EDISON ENERGIA SMART LIVING. A fine 2018 quasi per gioco e nuovo stimolo inizio sempre con la supervisione  in studio di JACOPO FESTA a “giocare”coi miei brani e mi metto alla prova come remixer producer.Il primo brano da me remixato  è “CRAZY” cover di Seal già presente come rialaborazione in chiave oZZo nel primo ep.Inizia cosi la mia avventura come DJ/PRODUCER aggiungendo un’ennesima sfaccettatura al progetto oZZo. Il brano viene edito da SMILAX records a dicembre 2018.
Ma è solo l’inizio.

2. E’ uscito lo scorso aprile “Change RMX”, remix della seconda traccia contenuta nel tuo ultimo EP “#Pastislost”. Come mai hai deciso di riprendere in mano quel brano, remixandolo?

Ma guarda, io vivo dei miei opposti e da questi ne traggo energia ed ispirazione; change già presente nel mio EP è la traccia piu rock e passami il termine, piu “pesante” di #pastislost, muri di chitarre, ritornello che prende i linkin park e i bmth e li sposta verso sonorità più pop e cosi per scherzo in contemporanea ho ripreso le parti più elettroniche e ho aggiunto alla ricetta la mia voglia di estate e di fare festa. Nasce cosi Change RMX, un brano dai chiari richiami dubstep ma che inizia a strizzare l’occhio anche alla future house.
Per questioni di efficienza di comunicazione ho fatto seguire al singolo il suo lyric video e ho fatto un omaggio ai miei inizi come dj montando dei footage dei vari silent party ai quali ho partecipato e inserendo nel video MARIKEY DJ reale colpevole del mio ingresso nel dj world e il RNR Rho club dove ho iniziato  a fare i miei set.

Ozzo Intervista

3. Come si colloca nel contesto musicale italiano, oggi, un deejay?

Allora in tutta onestà e con molta umiltà non mi definisco un dj a tutti gli effetti o almeno non ancora e totalmente, magari fra qualche tempo maturando esperienze su esperienze live qualcuno mi potrà definire tale; preferisco definirmi un musicista a 360° e un dj/producer. Vedi siamo in un periodo storico, musicalmente parlando, di chiara confusione maggiormente in Italia e paradossalmente , soprattutto i media, hanno la necessità opposta di doverti per forza incanalare ed etichettare per poterti proporre al pubblico. Io nel mio piccolo mi sono reso conto che il mondo dell’elettronica arrivava a darmi il supporto necessario alla mia creatività e quindi senza differenza di sorta ho preso dal mondo del dj set tutti gli strumenti necessari e li ho uniti al mio creando tante realtà/momenti paralleli al concetto oZZo che poi si uniscono in alcuni attimi del live set. Non ti nascondo che sto studiando molto in questo periodo da buon nerd che sono e abbracciando questa nuova realtà, mi sono reso conto che in italia  abbiamo tanto da dire anche nel mondo dell’elettronica e del dj/producing che nulla invidia all’olanda o alla germania per citare solo alcune nazioni forti nel settore, ma dal mio punto di vista sto cercando anche nei miei dj set di cercare di rendere la situazione sempre più “live” possibile in modo da rendere lo show “suonato” e sempre diverso perché frutto anche di sensazioni del momento

4. Che progetti hai in mente per i prossimi mesi?

Come producer sto lavorando al disco di una band italiana i WLFTHRY (wolftheory), band nata dalle ceneri dei membri di EXILIA e MELLOWTOY e non ti nascondo che anche qui si sentirà molto il mio intervento come oZZo. Nel mese di giugno uscirà un mio nuovo remix sempre di un brano del mio EP ma non ti anticipo nulla cosi magari qualche curioso andrà alla sua ricerca, mentre per dopo l’estate sto già pregustando una nuova uscita di un singolo seguito dal suo remix e dal video, insomma con la mia solita formula oZZo (singolo + RMX + video = oZZo) Sul fronte live sto preparando lo show completo che vede l’alternarsi di dj set live band dj set + live drum, insomma un po impegnativo, ma oltreoceano è già stato metabolizzato come schema quindi voglio essere fiducioso anche per il mercato italiano.