Antonio Carluccio, in duetto con Fiorella Mannoia con il brano “Creature”

Creature di Antonio Carluccio, cantautore e attore classe ‘80, è il brano inserito come bonus track nel nuovo album di Fiorella Mannoia e verrà presentato live in due tappe del Personale Tour, il 23 maggio a Roma all’Auditorium Parco della Musica di Roma e il 27 maggio a Napoli al Teatro Augusteo.

Fiorella Mannoia Personale Album

Parafrasando “il caffè sospeso” , l’antica tradizione napoletana che consiste nel pagare al bar due caffè, uno per sé, lasciandone uno “sospeso” per qualcuno che non se lo potrebbe permettere, Fiorella Mannoia ha individuato in un gesto così semplice, ma al tempo stesso così significativo, lo spunto per un’importante iniziativa, quella de la canzone sospesa decidendo di ospitare nel suo disco un giovane autore per offrirgli la possibilità di farsi ascoltare da un grande pubblico.

L’incontro con Fiorella Mannoia lo ricorderò per sempre. Lei è sempre stata uno dei miei punti di riferimento musicali, soprattutto la sua capacità di far arrivare le parole dritte al cuore come sentenze. Mai avrei pensato che un giorno quella voce e quel suono sposassero una mia composizione arricchendola di significato. Fiorella Mannoia è diventata così la Madre di tutte le CREATURE dimenticate dallo Stato. Antonio Carluccio.

Creature è un brano intenso, che pone l’attenzione, in maniera cruda e sincera, sulla prospettiva di vita di alcuni bambini, ai quali non viene concessa la possibilità di usufruire di strumenti di emancipazione e crescita personale. A Napoli così come in altre zone del mondo, lo Stato a volte è talmente assente da lasciare i suoi giovani nelle mani dalla criminalità organizzata. Nascono così baby gang senza controllo né regole morali, che si aggirano per le città come mine vaganti, prive di speranza nel futuro e dal destino già segnato.

Creature è per me una denuncia alle istituzioni, che con la loro assenza fanno si che i ragazzi crescano privi di speranza nel futuro, facilmente adescabili dalla malavita”. Spiega Antonio Carluccio

Attualmente Antonio Carluccio sta lavorando al suo primo disco, che rimette al centro l’importanza della registrazione in presa diretta, quasi come fosse un vero e proprio live. La poetica di questo album cerca di sottolineare il valore delle parole, che in questo momento storico subiscono un costante abuso: da qui il titolo, La Parola (etichetta T-Recs Music).