Ultimo, la recensione del nuovo album “Colpa delle Favole”

Ultimo, torna nei negozi con il suo terzo album di inediti Colpa delle favole, in uscita il 5 aprile per Honiro. Ecco la nostra recensione del progetto.

Ultimo Colpa Delle Favole Nuovo Album

A distanza di più di un anno dalla pubblicazione del suo ultimo album di inediti, Ultimo, a ridosso della partenza del suo tour nei palazzetti, torna con un nuovo album intitolato Colpa delle Favole. L’artista romano in questi pochi anni di carriera ha dimostrato sempre una determinazione e un desiderio di fare musica, raro per i tempi che corrono, fin da quando Niccolò ha 8 anni inizia a studiare al conservatorio di Santa Cecilia a Roma scrivendo le sue prime canzoni a 14 anni, elaborando con il tempo uno stile molto personale che combina cantautorato italiano e hip hop. Dopo la pubblicazione di Pianeti, il suo disco d’esordio con il quale è al top della classifica di vendita da 76 settimane, e di Pianeti, anch’esso piazzato molto bene tanto da essere tornato primo in classifica a distanza di oltre un anno dalla pubblicazione, Ultimo torna ad omaggiare la musica con un nuovo progetto molto atteso, che anticipa la tournée che lo vedrà protagonista nei più grandi palazzetti d’Italia e che lo porterà nei primi di luglio a calcare, per la prima volta, il palco dello Stadio Olimpico di Roma. Ultimo si è caratterizzato non solo per le classifiche ma per essere ad oggi uno degli artisti che ha collezionato più premi e vittorie negli ultimi anni, tra cui Sanremo Giovani nel 2018 con il brano Il ballo delle incertezze. 

Colpa delle Favole, anticipato dal singolo sanremese I Tuoi Particolari, è il racconto della fine di una storia, dove la parte più difficile da accettare sono le abitudini, che non si possono più vivere, e da Fateme Cantà un vero e proprio manifesto in cui l’artista riporta in musica la voglia di fare arte con semplicità anche grazie al linguaggio che per lui è più spontaneo, concetti esaltati dalla volontà di Ultimo di interpretare il brano in dialetto romano. Il testo mette in luce il forte contrasto tra il successo e la vita di tutti i giorni, quella in cui in molti possono riconoscersi mentre, a testa alta, cercano di affrontare problemi molto lontani dalle luci del palcoscenico. La voglia di Ultimo di far conoscere la propria musica si scontra con il desiderio di non rendersi noti, per lasciare spazio soltanto alle proprie canzoni, concetto che è stato portato avanti ulteriormente dall’artista nelle scelta di non effettuare un instore tour, contro ogni logica di mercato, poiché vede in questo genere di promozione una mercificazione eccessiva del prodotto musicale.

Tra i brani di spicco di questo nuovo progetto sicuramente la title track, Colpa delle Favole, che apre l’album, un brano autobiografico, una dichiarazione in cui Ultimo ammette che è proprio colpa delle favole se è diventato ciò che adesso è, ambizioso e alla continua ricerca di raggiungere un gradino sempre più in alto, come i sogni abbiano portato un cambiamento nella sua esistenza, ma anche il nuovo singolo estratto Rondini al guinzaglio rappresenta un tassello importante di questo album, in cui si esprime il desiderio di essere portati altrove, dove è possibile essere amati ed essere liberi, anche se poi si sbaglia, senza alcun giudizio da parte del mondo esterno. Molto interessanti anche Piccola stella Il tuo nome, per motivi diversi. Piccola stella è il primo brano scritto da Ultimo all’età di 14 anni, è palese infatti come si distanzi dalle altre canzoni del disco, nonostante ciò l’artista ha dichiarato che avrebbe voluto inserirla anche nei precedenti album, ma sentiva che questo era quello giusto, mentre Il tuo nome porta con se un significato importante, un appello che aiuti a cancellare gli errori commessi. Particolare anche Quando fuori piove in cui ricorre il tema delle favole, delle illusioni che possono portare risvolti negativi all’interno delle relazioni interpersonali.

Si sa, il terzo album è sempre il più complesso e il più difficile di un artista, cercare di mantenere alta l’attenzione proponendo brani nuovi ma allo stesso tempo cercare di seguire una linea coerente con il percorso intrapreso con le precedenti pubblicazioni, pur non cadendo nella banalità e nei classici copia/incolla. Ultimo sicuramente ha molto da raccontare e da dare al suo pubblico, si percepisce dall’intensità con il quale esprime questi concetti nelle sue canzoni, e indubbiamente Colpa delle favole è frutto di un grande lavoro su se stesso, di esternazione di concetti anche difficili da portare ad un pubblico come, l’ambizione, che da molti può essere travisata e vista come spocchia, l’intenzione di mettere sempre al centro la sua musica e non lui come personaggio, la difficoltà a gestire un successo così grande in pochissimo tempo, insomma va detto che Niccolò ha racchiuso le sue sensazioni ed emozioni in questo nuovo progetto e le ha messe a disposizione del suo pubblico, che tramite queste poesie cantate, forse, riuscirà a comprendere meglio l’animo di questo giovane-straordinario cantautore.