Lumho, la recensione del nuovo album “Clay”

Da mercoledì 19 dicembre è disponibile in digital download e in streaming Clay, nuovo EP dei Lumho, formazione alternative rock milanese. 

LUMHO Clay recensione

Lumho, una band alt rock emergente con base a Milano, composta da Davide Taccagni (voce), Giulio Petrella (voce e chitarra), Diego Petrella (sintetizzatori e voce),Davide Scopazzi (basso), Riccardo Diecidue (batteria) all’attivo dal 2013, si è esibita su molti importanti palchi come quelli del Legend Club, Black Hole, Alcatraz Club, Tunnel Club e Rock ‘N Roll.

Prodotto da Giulio Petrella, Clay, è un album realizzato in più tempi, racchiude difatti alcuni dei brani composti dai Lumho negli ultimi anni riarrangiati, ognuno secondo uno stile, questo per aiutare l’ascoltatore a conoscere varie sfaccettature della band e dimostrandone la versatilità. Quattro brani completamente in inglese che stuzzicano l’interesse nell’ascoltatore (quindi obbiettivo raggiunto!) di volerne sapere di più, capire cosa potersi aspettare da prossime produzioni, insomma un sacco di domande al quale risponderà il futuro, per il momento ci ascoltiamo questi primi brani disponibili.