Esma, la recensione del nuovo album “EP Ending”

Da venerdì 30 novembre sarà disponibile in digital download e in streaming EP Ending, il nuovo EP del cantautore torinese ESMA. Qualche settimana fa lo abbiamo intervistato ed oggi vi proponiamo una recensione in anteprima del nuovo progetto.

ESMA Recensione EP Ending

Dopo una serie di esperienze live in giro per l’Italia, tra cui partecipazioni a contest di grande prestigio, e la pubblicazione del suo primo album di inediti Rivoluzione al Sole; Enrico Esma, in arte Esma, pubblica il suo nuovo progetto discografico, intitolato Ep Ending che sarà disponibile in digital download e in streaming da venerdì 30 novembre per Schiuma Dischi.

Un Ep composto da quattro brani, tra i quali il primo singolo Tempesta, che racchiude in sé l’essenza del cantautore. Il racconto di un viaggio tra entusiasmo e introspezione nelle quali si mette in luce il mondo del cantautore tra passato, presente e futuro. La produzione dell’EP è stata affidata a Gianni Condinae e Diego Perrone. Dopo un lungo viaggio intrapreso nel 2015, durante il quale ha fatto tappa in Australia, Asia e in molte città europee, Esma torna in Italia e, tramite le esperienze vissute durante questo percorso che gli hanno permesso una crescita e una maturazione come artista, si mette al lavoro su questo nuovo progetto.

Un mini-album sicuramente ben realizzato e prodotto che, attraverso i vari stili e sonorità, riesce a far arrivare dritto il concetto di Esma “voglio riuscire a racchiudere in un album i vari aspetti dell’amore: la malinconia, la felicità e il finale”. E’ da apprezzare il tentativo di voler unire vari stili in un EP di sole quattro canzoni, nonostante sia effettivamente destabilizzante per l’ascoltatore e difficile riuscire a mettere a fuoco il progetto sotto l’aspetto musicale.

Tracklist

Tempesta
I Registi Sotto la Pioggia
Dejavu
Centro Commerciale