INTERVISTA: Alo Eazy “Non ci interessa essere ricollegabili ad un genere”

Da venerdì 21 settembre, è disponibile in digital download, in streaming e in rotazione radiofonica Guardalo, il nuovo singolo degli Alo Eazy, eclettica formazione piemontese.

Gli Alo Eazy nascono nel Garage dello Zuno, sala prove di Capriata d’Orba, composti da Michele AloisiGabriele ZuninoMarcello Geraci e Simone Zunino. Totalmente autoprodotto, il gruppo si lascia contaminare da ogni genere musicale, presente passato e futuro, collocando il proprio sound personale tra l’electro e il reggae, con la voglia di divertire i suoi ascoltatori, per trasportarli in un mondo immaginario e diverso. Nel gennaio 2018 la formazione pubblica l’omonimo EP di debutto, quattro brani nei quali trattano tematiche sociali con ironia, con un sound che spazia dalla dance al reggae e con un’immagine accattivante e giocosa. Il primo singolo estratto è Jingle Jungle, affiancato da un divertente videoclip realizzato dalla band. Il brano ottiene ottimi riscontri radiofonici, in Italia e all’estero, entrando in European Indie Top 20. A settembre 2018 pubblicano il nuovo singolo Guardalo, primo estratto del nuovo EP.

Il brano vede la straordinaria partecipazione del rapper Sito e di Marco Scipio Scipione, segna una svolta nello stile musicale della band, che contamina il suo electro reggae con l’hip hop e la trap. Guardalo, primo estratto di un nuovo EP attualmente in lavorazione, è accompagnato da un video ufficiale disponibile sul canale youtube degli Alo Eazy.

Per noi “Guardalo” è un’incitazione a tutto ciò che vale la pena guardare. – Spiegano gli Alo Eazy Meravigliosi palazzi, donne bellissime, macchine con personalità, vestiti che fanno la moda, serpenti e molto, molto altro ancora. “Guardalo” può essere visto come una critica alla società odierna, alla quale piace farsi guardare sia tramite social che nella vita quotidiana. Nel video abbiamo cercato di mettere in risalto alcune nostre caratteristiche che riteniamo essere veri e propri punti di forza, come ad esempio il ballo. Abbiamo cercato “attori” degni di collaborare con noi e con ottime capacità psicomotorie.

 

Guardalo è stato composto dagli Alo Eazy, testo di Michele Aloisi e Sito, coprodotto dagli Alo Eazy e Andrea Tripodi (TRIX) che ne ha curato anche mix e master. Il video del brano nasce da un’idea degli AloEazy, che ne hanno curato anche la regia e l’editing. D.O.P e riprese di Leonardo Tobia. Aiuto riprese Giovanni Gioia.

Intervista

Chi sono gli Alo Eazy? Cosa vi ha portato alla musica?

Gli Alo Eazy nascono, crescono e corrono a Capriata d’Orba (AL), nelle campagne più belle e note a tutti per le poesie di Pascoli. I nostri nomi sono abbastanza comuni eccoveli qui di seguito: Michele, Michael, Gabriele (come un nostro amico di Savona), Simone (Cimone, Pignone, Ormone, Pistone, Tibetone, Timone, Burlone) e Marcello (meno conosciuto). Siamo amici da sempre quindi è stato facile decidere di suonare, avevamo poche alternative. Poi suonare è bello.

Definite il vostro genere musicale come una contaminazione di sound passati e futuri ma al contempo vi collocate tra l’electro e il reggae. Oggi con il vostro nuovo singolo vi riscopriamo anche nel mondo Hip Hop e Trap. Quanto è importante sapersi rapportare, senza preconcetti, a così tanti stili?

Per noi è molto importante non giudicare e godersi il momento. Quindi ci è salita per le sonorità Trap, Hip Hop e Dance, ci siamo lasciati andare. Importante è divertirsi e stare bene in ogni contesto, la nostra musica nasce da ciò che sentiamo e con i nostri mezzi proviamo a dirlo, non ci interessa ne definirci ne catalogarci, vogliamo fare quello che pensiamo e quello che siamo. Non ci interessa essere ricollegabili ad un genere. Non ci interessa. Appunto.

Il vostro nuovo singolo, “Guardalo”, vi vede collaborare con Sito e Marco Scipione. Cosa vi ha portato a questa collaborazione? 

Sito è un Rapper di Ovada e un ottimo cuoco che non conoscevamo, cosi abbiamo detto “perchè non fare un Feat con Sito?” Ovviamente ci è salita, lo abbiamo contattato ed è nata un bella amicizia. Speriamo legga questa intervista perché dobbiamo sentirci per la cena di Guardalo e per dei pomeriggi con i pasticcini. Un abbraccio Sito. Scipio lo conosciamo da qualche anno in più, anche con lui siamo diventati molto amici nel tempo, ci sale per come suona, ci sale per i RedNeko Plane, il suo gruppo, salutiamo i ragazzi Ale Ferrari e Jimmy Straniero. Speriamo di suonare presto a due gruppi. Inoltre salutiamo  Alessandra la ragazza di Scipio che ha partecipato al video di Guardalo, online su YouTube nel nostro canale. Ci piace collaborare con persone felici come Scipio e Sito! Viva l’allegria.

Del videoclip dite che “abbiamo cercato di mettere in risalto alcune nostre caratteristiche”. Raccontateci di questo videoclip e di come siete riusciti a dare un’immagine ai vostri punti di forza in questo nuovo lavoro. 

Abbiamo subito capito che per rapportarci con le altre realtà italiane c’era bisogno di mettere in risalto le nostre migliori capacità, come il ballo ad esempio. Oltre a valorizzare tutti gli anni passati a studiare danza nelle migliori scuole mondiali, pagate un sacco di soldi dai nostri genitori, abbiamo anche altre caratteristiche che qui vi elenchiamo:

Ballo (tutti gli stili)
Guardinghi
Scaltri
Occhi azzurri
Cappellini
Forza fisica (siamo attivi per traslochi e piccoli lavori di muratura)
Forza mentale
Forza Capriatese, vinci per noi.. Capriatese aleee impazzisco per te! Capriatese OH OH!! Presidenti di tutto il mondo venite a vedere la Capriatese giocare se volete innamorarvi!
Anche la Campese (dice Michael Tabarroni il nostro bassista)
Mamme bellissime
Party
festini
hamburger chimici
LIDL
Piante selvatiche.
Le torte delle nostre mamme che ci fanno sentire fortunati di essere i figli delle nostre mamme.
Vi salutiamo con affetto gli ALO EAZY i vostri eroi se volete chiamateci Papà.