Chiara dello Iacovo torna con il nuovo singolo “Abitudine”

Da venerdì 20 aprile sarà in radio e disponibile in digital download Abitudine, il nuovo singolo di Chiara Dello Iacovo che segna il ritorno della cantautrice sulla scena della musica italiana e anticipa l’uscita del nuovo disco in autunno.

Chiara Dello Iacovo nasce a Savigliano (CN) il 10 maggio 1995, ma vive e cresce ad Asti. Studia pianoforte fin dall’età di 8 anni e nel 2014 consegue il diploma del quinto anno al Conservatorio di Alessandria. Nel 2014, con il suo brano Donna, arriva in finale al Premio De Andrè. Con il suo brano Scatola di Sole a ottobre vince il Tour Music Fest (Premio Songwriter of the Year, Premio Universal e Premio Discografia Rusty Records). Nello stesso anno ottiene un contratto con la Rusty Records che la vede iniziare il suo percorso di cantautrice. Nel 2015 partecipa alla terza edizione di The Voice of Italy, percorso che affronta in maniera anomala rispetto agli standard televisivi e che si conclude nella terz’ultima punta con l’interpretazione strettamente personale di Ti regalerò una rosa di Simone Cristicchi.

 

Contemporaneamente si aggiudica un posto tra gli 8 vincitori della XXVI edizione di Musicultura dove con il suo brano Soldatino si aggiudica il Premio della Critica e il Premio Nuovo IMAIE Miglior Interpretazione. Nel 2016 il brano Introverso, scritto durante l’esperienza del talent show e che tratta del disagio nei confronti delle modalità ostentatamente esibizionistiche dello show business, le aggiudica il secondo posto tra le 8 Nuove Proposte del 66° Festival di Sanremo.

Inoltre, le viene assegnato il Premio Sala Stampa Lucio Dalla ed il Premio ASSOMUSICA Miglior Interpretazione. Il 12 febbraio esce Appena Sveglia, il suo album d’esordio dalle sonorità pop – acustiche composto da 10 brani inediti prodotto dalla Rusty Records, con produzione artistica di Davide Maggioni. Da aprile 2016 ha inizio l’Appena sveglia tour, che la vede accompagnata sul palco da Alberto Rubatti (chitarre), Lele Pavone (basso), Fabio Brunetti (batteria), Lorenzo Morra (tastiere), che si prolungherà fino ad ottobre.

Quello che è stato a tutti gli effetti un deragliamento volontario senza premeditazione e senza nessuna pretesa iniziale che non fosse il mio fisiologico bisogno di libertà e autenticità, si è trasformato col tempo sia nella possibilità di riscrivere i miei punti cardinali da capo, di esplorazione e maturazione, sia in un confronto diretto con la delusione, lo sconforto e l’horror vacui. – commenta la giovane cantautrice – La cosa che conta è che ora ho di nuovo la testa fuori pronta a tornare tra le nuvole e con a fianco un equipaggio per cui provo stima, ammirazione professionale e profondo affetto, e che punta coeso alla stessa terra oltre l’orizzonte.

Questo ritorno prende forma in Abitudine, un brano dalla struttura semplice modellato sul contrasto sonoro tra le note del piano e il secco ritmo della batteria che si apre su un ritornello che si illumina attraverso la voce brillante della giovane cantautrice.

Abitudine fa parte di un ipotetico LATO A del nuovo disco, ovvero tutto ciò che ancora mi lega al mio precedente approccio alla vita, alla scrittura, e al rapporto con gli altri. È infatti una canzone descrittiva, cantata da un osservatore e non da qualcuno che prende parte all’azione. All’interno del concept, questo brano simboleggia l’ingresso nel mondo e questo io me lo immagino leggero e aereo proprio come la canzone. Il volo a planare di un aeroplanino di carta che facendo a gara coi gabbiani dondola sulle teste dei passanti e si sente fortunato a non dover prendere parte ai drammi e alle piccolezze delle loro vite. Possiede la saggezza di chi osservando da lontano riesce ad avere una visione chiara e complessiva del disegno, ma anche tutta la presunzione di chi osserva e non partecipa. Infine, i suoi suoni così eterei sono riusciti definitivamente a staccarla da terra ed enfatizzarne ancora meglio la natura poco corrotta dalla vita terrena.

Il brano è stato prodotto e arrangiato da Raffaele”Neda”D’Anello ed è stato registrato al MeatBeat Studio Aosta da Chiara Dello Iacovo, voce e piano, Damir Nefat, chitarra elettrica, Fabio Brunetti, batteria, Lele Pavone, basso, e Federico Puppi, violoncello. Il soggetto del video è stato ideato da Chiara Dello Iacovo con la regia, montaggio e color correction di Gianluca Massarenti e Chiara Dello Iacovo con la produzione a cura di LDM Ladri di Merende.