Tony Maiello, dal 13 aprile in tutti gli store il nuovo album intitolato Spettacolo

Esce il 13 aprile in tutti gli store digitali e nei negozi di dischi tradizionali Spettacolo, il nuovo album di Tony Maiello, anticipato dal brano omonimo, in radio a partire dal 6 aprile, quarto singolo estratto dopo In alto, Il mio funky e L’amore che conoscoSpettacolo Nuovo Singolo Album Tony Maiello

Ogni vita è uno spettacolo. Ogni spettacolo ha le sue pause, i suoi momenti felici e quelli meno, tra la linearità dei discorsi e i colpi di scena – racconta il cantautore – Sta a noi capire da che parte stare. A volte spettatori, a volte registi e poche volte protagonisti. Decidiamo e subiamo il corso degli eventi. Per quanto mi riguarda, ho passato gli ultimi anni dietro le quinte, cercando e scrivendo la mia parte migliore. Questo album è la nuova colonna sonora della mia vita, uno spettacolo che va in scena da 29 anni. Buon ascolto!

Spettacolo è prodotto e realizzato da Enrico Palmosi all’UpMusic Studio di Milano. La produzione artistica è di Enrico Palmosi, Sabatino Salvati, Tony Maiello. Mix di James F Reynolds e Marco D’Agostino. Hanno collaborato Enrico Matta (drums), Marco Mariniello (basso), Enrico Palmosi (pianoforti & Keys), Nicola Oliva (chitarre acustiche), Paolo Petrini (chitarre elettriche), Tony Maiello, Sabato Salvati, Elisabetta Macchia, Antonella Macchia, Angela Albanese, Creative Music Art Choir (cori), Mario Natale, Enrico Palmosi (orchestrazioni) FAME’s @ Macedonia (orchestra).

 

Track By Track

L’album, a cui hanno collaborato gli autori e amici di Tony, Marco Rettani, Davide Simonetta, Lorenzo Vizzini, Sabatino Salvati ed Enrico “Kikko” Palmosi, è composto da 12 brani: si apre con In Alto, una riflessione su quanto sia importante liberarsi dai problemi di ogni giorno. Davvero è un brano sull’amore che anticipa la titletrack Spettacolo in cui Tony sprona a mettere in scena la nostra parte migliore, sempre. Il racconto di una storia d’amore mai iniziata nella canzone Amy Lee, a cui segue L’amore che conosco quello tangibile e non via social.

 

Ti difenderò è il brano con cui Tony affronta per la prima volta il tema dell’omofobia: non è una canzone di protesta, ma semplicemente una dedica d’amore per dire “io ci sono”. La spensieratezza nel brano In un battito, la lontananza come risorsa in Possibile e l’istintività e la leggerezza in Il mio funky. Terremoto è il brano a cui il cantautore è più legato, un testo forte che racconta forse il periodo più brutto de suoi 29 anni. Il disco si chiude con Giungla, con il feat. di Raige che ha collaborato alla scrittura del brano, in cui Tony si è divertito a scrivere e cantare una canzone sopra una base country. AL brano ha collaborato Raige e, infine, con Non mi fermerò con il feat. di Giulia Penna.