Maldestro annuncia le date del mini tour acustico primaverile

Maldestro annuncia un mini tour acustico, a marzo e aprile, per presentare in una chiave nuova il suo ultimo disco I Muri di Berlino, prima di entrare in studio per registrare il suo terzo album.

Si tratta di una serie di concerti dove si esibirà da solo, con la sua chitarra, per recuperare quella dimensione intimistica del live più vicina ai suoi esordi. Uno spettacolo dove a far da protagonista sarà la sua toccante poetica, in un rapporto più diretto col proprio pubblico; un concerto in cui proporrà le sue canzoni già note, totalmente riarrangiate, oltre ad alcuni brani inediti.

7 marzo – Napoli, Piccolo Bellini
10 marzoBruxelles, Piolalibri
15 marzo – Castrovillari, Dome Club
16 marzo – Salerno, Modo
17 marzo – Bari, Officina degli Esordi
18 marzo – Potenza, Teatro Francesco Stabile
21 marzo – Firenze, Arci Progresso
22 marzo – Milano, Serraglio
23 marzo – Parma, Wopa
24 marzo – Asparetto, Teatro Aperto
25 marzo – Roma, Na Cosetta

4 marzo – Bologna, Bravo Caffè
5 marzo – Pavia, Spazio Musica
6 marzo – Torino, Officine Ferroviarie

I Muri di Berlino è il disco con cui Maldestro si è imposto all’attenzione nazionale, uscito subito dopo la sua partecipazione all’edizione 2017 del Festival di  Sanremo, dove ha vinto diversi riconoscimenti tra i quali il prestigioso Premio della Critica Mia Martini con il brano Canzone per Federica. Il disco contiene il brano Canzone per Federica, il brano Abbi cura di te presente nella colonna sonora del film di Massimiliano BrunoBeata Ignoranza (candidato ai David di Donatello 2018), e Senza fa Rummore presente nella soundtrack di Veleno, lungometraggio presentato al 74° Festival di Venezia. Il 25 gennaio è uscito Arrivederci allora, il suo ultimo video, quarto singolo estratto da I Muri di Berlino.

 

“Entro in studio per il terzo album ad aprile. Finalmente. Allora ero lì che pensavo, nei miei giorni di relax, dopo un tour con la band meraviglioso. Ero lì che mettevo a posto due cose qui e là, e mi sono detto: passerà un bel po’ di tempo prima di riabbracciare il mio pubblico. Questo non mi piace, per niente.  Allora ho deciso di mettere su un piccolo tour, da sud a nord, ritornare nelle città e stringervi, farlo forte. Questa volta però, lo voglio fare da solo, chitarra e voce, in posti piccoli, avervi alla distanza di una mano, per guardarsi diversamente. Ho voglia di regalarvi le mie canzoni nude, così, come nascono.”