Intervista a Luca Stasi, ci ha raccontato del suo progetto Out of the edge

Il progetto del polistrumentista Luca Stasi presenta al pubblico il singolo di debutto. Da giovedì 23 novembre sarà disponibile sui più importanti store digitali e in streaming sulle migliori piattaforme Trying to live in love again, primo singolo di Out of the edge, progetto musicale ideato da Luca Stasi.Il progetto Out of the edge nasce dalla volontà del batterista e polistrumentista Luca Stasi che, dopo aver suonato con diverse band, decide di intraprendere un percorso solista di differente taglio rispetto a quanto in precedenza sperimentato. Inizia a comporre musica propria, influenzato da un ampio ventaglio di generi e artisti, identificando il proprio sound in un progressive rock dalle molteplici sfumature, spaziando dal metal al pop, con la voglia e la necessità di trasmettere poliedriche emozioni. A seguito di questa ricerca stilistica, Stasi capisce l’importanza di avere altri musicisti al suo fianco: cerca e trova i giusti compagni nella zona di Como e dà ufficialmente vita alla sua band Out of the edge. Il progetto pubblica a fine 2017 il primo singolo Trying to live in love again e attualmente sta ultimando i lavori dell’EP di debutto, registrato presso i RecLab Studios di Larsen Premoli.

Out Of The Edge

Il brano vuole raccontare la costante lotta tra sentimento e razionalità, rappresentata dal non riuscire a credere in un nuovo amore dopo una storia finita male, nonostante la ragione non voglia perdere fiducia nel sentimento. E’ l’eterna ricerca dell’armonia tra testa e cuore, metaforicamente rappresentata dalla contrapposizione di un testo semplice e di una complessa forma musicale. Un metodo che vuole simboleggiare le due caratteristiche imprescindibili del sentimento, in altre parole la semplicità della pulsione e la complessità della relazione.

“Si tratta di un brano che vuole trovare un equilibrio nel trasmettere emozioni sia con la musica che con le parole. – racconta Stasi – Per raggiungere lo scopo ho deciso di contrapporre la semplicità del testo, che parla di una delusione amorosa, e la non banalità della metrica e della struttura della canzone.”

Trying to live in love again è stato registrato, mixato e masterizzato ai RecLab Studios di Larsen Premoli. I musicisti che fanno parte del progetto Out of the edge e che hanno suonato nel brano sono: Chitarra solista: Matteo Pelli; Chitarra ritmica: Tommaso Bianchi; Basso: Carlo Testoni; Voce: Tommaso Severgnini; Batteria: Luca Stasi; Sax: Fabio Binda.

Intervista

Chi sono gli Out Of The Edge? Cosa vogliono e possono portare nel panorama musicale?

Gli Out Of The Edge sono un progetto musicale principalmente di orientamento Progressive, ma con molte sfaccettature di genere che fanno sì che esso risulti in bilico tra Pop, Rock e Metal.
L’idea che sta alla base degli Out Of The Edge, come suggerisce lo stesso nome del progetto, è quella di non porsi limiti dal punto di vista di genere, favorendo così il processo compositivo. Non trovandosi, infatti, “schiacciati” all’interno di una categoria ben definita, è possibile esprimere al meglio emozioni e sentimenti attraverso l’ambiente musicale migliore e più adatto.

Da cosa è dipesa la scelta di Luca Stasi, dapprima di intraprendere una carriera da solista, per poi affiancarsi ad altri musicisti per questo progetto?

Il motivo della mia scelta di intraprendere una carriera da solista è dipesa principalmente dal bisogno di comporre musica che potessi sentire totalmente mia: avevo infatti la necessità di non dover scendere a compromessi con nessuno se non con me stesso sia nel momento della scrittura, sia in quello dell’arrangiamento dei brani.
Ovviamente, poi è nata l’esigenza di circondarmi di altri musicisti per poter eseguire la musica composta e sono stato molto fortunato per aver trovato dei fantastici performer, ma anche dei grandi amici con cui potermi confrontare quando necessito di un consiglio.

Quale stile state intraprendendo per la realizzazione dell’EP al quale state lavorando? Rimarrete sulla scia del singolo di debutto o vi discosterete da esso?

Lo stile che caratterizza il nostro primo EP rimane sicuramente in linea con il concetto che accompagna la scrittura dei brani degli Out Of The Edge.  Da una parte si può quindi dire che rimarremo fedeli al genere di “Trying To Live In Love Again”, il nostro singolo di debutto; dall’altra è tuttavia da sottolineare il fatto che la nostra voglia è proprio quella di viaggiare e far viaggiare nel mare della musica, prendendo spunto da generi e da artisti anche diametralmente opposti, cercando poi di far combaciare il tutto in brani che abbiano la nostra firma.
L’idea che sta alla base dell’EP è infatti quella di dare una panoramica completa del mondo Out Of The Edge, ovvero di quel mondo che caratterizzerà in maniera più precisa il nostro genere musicale.
Quindi, per concludere, il nostro primo EP rimarrà di certo sulla scia del singolo di debutto, pur sapendo che la scia della nostra nave non è in realtà così definita.