Intervista a Frances Alina, pianta stabile del gruppo di Radio2 Social Club

Abbiamo intervistato Frances Alina Ascione in occasione della pubblicazione del suo primo singolo, Follia Indolore in radio dallo scorso 6 ottobre.

Dopo essere arrivata in semifinale live nel team di Emis Killa a The Voice 2016 e nei 60 finalisti di Sanremo Giovani 2017 Frances ha iniziato a girare l’Italia nei locali e club con la sua band riscontrando un notevole successo. Durante un concerto a Sabaudia, Luca Barbarossa è stato colpito dalla bravura di Frances e le ha proposto di entrare a far parte in pianta stabile del gruppo di Radio2 Social Club insieme ad Andrea Perroni e alla Social band. Frances Alina è così diventata una presenza fissa a Social Club in onda su Radio2 dalle 10.30 alle 12.00.

Nel 2017 Frances Alina firma il primo contratto discografico con la Società R.W.M. RECORDS del produttore Antonio Rospini, scopritore di talenti quali: Aram Quartet (vincitori della prima edizione di Xfactor) Antonio Maggio (vincitore del festival di Sanremo Giovani 2013) Kaligola (Premio della Critica – Premio Bardotti per il miglior testo di Sanremo 2015). E’ prevista per il 2018 l’uscita del primo album di Frances Alina Ascione.

Intervista

Il 6 ottobre è uscito il tuo  primo singolo, come sta andando la promozione?

Si il singolo é uscito nelle radio già dal 6 ottobre, ma il video è stato pubblicato venerdì 13 ottobre ( grazie a Dio non sono superstiziosa). Ed é ora disponibile sulle piattaforme digitali. Sono contenta perché i primi feedback sono per lo più positivi! Certo molte persone che mi seguono da tempo sono rimaste sorprese da questa svolta più pop. Ma il brano piace molto

Raccontaci un po’ di questa Follia indolore?

Follia Indolore é il mio primissimo inedito ed io ne sono entusiasta! Mi rappresenta molto perché racchiude in se vari mondi, una melodia leggera pop, ma anche molto dinamica ed avvolgente, una sonorità elettronica e un groove interessante. Spero sia  l anteprima di un progetto che segui questa direzione, che quindi contenga vari generi, dall rnb al pop. Passando anche per il mio amato blues.

Sappiamo che tu vieni dal mondo dei talent ma che sei anche figlia d’arte. Tu come meglio ti definiresti oggi come cantante?

Be non mi piace pensare che vengo dal mondo dei talent. Io vengo dai club. Grazie a mia madre, cantante di professione e a mio padre, grande appassionato di musica, ho sviluppato un grande amore per il canto e per la musica ed ho iniziato da giovanissima a cantare. Sono sincera nel dire che mi definisco una cantante performer. Il mio percorso “artistico” nasce proprio cantando. Il palco é stata la mia prima scuola e la mia palestra. Lascio dire agli altri se sono o meno un artista. Sicuramente mi sono sempre fatta sentire interpretando brani di altri artisti  e solo ora per la prima volta sto lavorando per tirare fuori ciò che ho dentro.

 Quali saranno i tuoi prossimi obiettivi?

Il mio obiettivo ora é proprio quello di fare questo passo in avanti che é lavorare su frances, quindi farmi conoscere per quello che sono io. Senza pensare troppo all approvazione degli altri. Poi certo.. Spero di comunicare emozioni e di offrire qualcosa in cui le altre persone possano rispecchiare.