In uscita il 1 Dicembre il nuovo album di Jovanotti prodotto da Rick Rubin

E’ in uscita il prossimo 1 Dicembre il nuovo album di Jovanotti, prodotto da Rick Rubin

Lorenzo ha commentato così la pubblicazione della notizia relativa alla produzione:

“Mi ricordo una volta molti anni fa un giornalista mi domandò quale fosse la mia collaborazione dei sogni. Risposi: ti dirò quella impossibile ma sognare è lecito, quindi senza dubbio direi Rick Rubin. Essere prodotto da Rubin”. 

E’ la prima volta che il produttore vincitore di dieci Grammy Awards, sceglie di collaborare con un artista italiano, la prima volta che produce un artista che non canta in inglese. La stima di Rubin per Lorenzo nasce da un rapporto personale: la passione comune per la musica e una straordinaria sintonia artistica e umana, lo hanno convinto a produrre il primo disco italiano della sua carriera. Nato nel 1963 a Long Island da una famiglia di origine ebrea, Frederick Jay Rubin entra giovanissimo nel mondo della musica e già nei primi anni ’80 è il fondatore con Russel Simmons, della Def Jam, la casa discografica storicamente legata alla nascita del rap.

 

Il nuovo album

Il nuovo album di Jovanotti, prodotto appunto da Rubin, conterrà 14 tracce attualmente in fase di post-produzione come ha comunicato lo stesso Lorenzo negli scorsi giorni. La prima fase di realizzazione del disco, la registrazione delle tracce, è avvenuta in Italia in una casa antica, trasformata in studio, sulle colline di Firenze. La seconda fase del lavoro invece si terrà a Malibu dove verranno rifinire le tracce e mixate.

Per il mio nuovo disco ho scritto canzoni che mi esplodono dentro e prima ancora di iniziare a pensare ad un album ho sentito il desiderio che questo disco fosse un nuovo inizio per me, non ci fosse nulla di prevedibile in nessuna fase, dalla scrittura alla produzione. Volevo trovarmi di fronte ad uno spazio aperto che non avesse continuità con gli anni appena trascorsi, che fosse un nuovo viaggio, rischioso, essenziale, e soprattutto in grado di farmi sentire esposto e di rimettermi in gioco. Avevo bisogno di qualcuno che mi aiutasse a rimettere al centro di tutto le canzoni. Amo troppo la musica per potermi permettere di non spingermi ogni volta al limite e provare a saltare oltre senza rete. 

Al vertice della mia lista dei desideri c’era il nome “inarrivabile” di Rick Rubin.
I pianeti si sono messi in fila, sarebbe troppo lungo qui da raccontare il viaggio che mi ha portato alla possibilità di sedermi un pomeriggio di qualche mese fa davanti alle casse nello studio di Rick Rubin a sentire i miei demo seduto di fianco a lui. Qualche giorno dopo l’ascolto e la chiacchierata ho ricevuto la sua mail in cui mi diceva che ci stava, “iniziamo” mi ha detto, divertiamoci.

Siamo partiti dallo scheletro delle canzoni che ho scritto ed è stata una grande avventura di vita e di musica farli vivere e portarli ad essere come li sentirete. E’ un disco che parla della vita, dal punto di vista della mia. 

Tour

Tra pochi giorni verranno annunciate le date del tour che inizia a febbraio.