INTERVISTA: IosonoAria si racconta e ci racconta della sua musica

E’ stato pubblicato lo scorso 23 giugno il singolo di esordio di IosonoAria, intitolato 100 sorrisi, registrato tra New York e Milano con la produzione artistica di Ferdinando Arnò e missato da Anthony Kilhoffer.

Ilaria Ceccarelli in arte IosonoAria, figlia della più famosa e amata valletta della televisione italiana Sabina Ciuffini, è nata a Milano ed è vissuta tra Messico, San Paolo del Brasile e New York, sempre in cerca di musica e parole. Gli anni trascorsi all’estero e il lavoro svolto in studio di registrazione al servizio di grandi musicisti, le hanno regalato maturità e spessore. Ha unito studi scientifici e letterari e si è dedicata all’ingegneria del suono, parla tre lingue e ha fatto esperienza di recitazione e danza. Ilaria ha una voce inconfondibile, sa scrivere e cantare parole nuove e la musica è stato il suo amore migliore. Sembra ancora un adolescente ma il ricordo che lascia il suo sorriso e la sua anima vivace ti rimane nel cuore.

 

Girato da Caterina Viganò, il videoclip ambientato a Milano ha la direzione artistica di Gayarama. Le immagini e i personaggi che popolano questo lavoro mistico e poetico, raccontano l’amore che toglie il respiro, un gioiello lungamente atteso che ha una vita preziosa e troppo breve. La visione di 100 sorrisi sembra un delicato viaggio, fatto con discrezione attraverso i sentimenti e le riflessioni di una donna che approda lieve sulla riva di una relazione.

L’idea del video parte da un progetto che sia chiama Sisterhood

Volevo non essere sola a parlare d’amore, volevo vederne il riflesso negli occhi delle mie compagne, volevo che il dubbio d’amore  non restasse solo mio, nella stanza segreta, al prezzo di un sorriso. Loro che mi somigliano, turbate dall’amore e pronte al ritmo della tenerezza, conoscono l’arte di ricominciare, con un sussulto del cuore, perché essere due è come essere tutti.” dichiara IosonoAria

Intervista

Canti in questo tuo primo brano “100 Sorrisi”, un amore diverso, nel quale una donna approda lieve ad una relazione. Dove hai trovato ispirazione?

L’ispirazione l’ho trovata nella mia vita… 100 sorrisi parla a un uomo che verrà, se si sarà abbastanza fortunati e lungimiranti da trovarlo e saperci costruire qualcosa.  100 Sorrisi è una canzone Romanticamente realista, parla dello sforzo entusiastico necessario a coltivare un’emozione, parla di un passaggio maturo necessario a non perdere un gioiello lungamente atteso che quasi sempre ha una vita troppo breve.

IosonoAria

Un amore solido fatto di sacrifici, ma anche di mille sorrisi. Hai cercato di esprime queste emozioni anche attraverso il bellissimo video. Raccontaci un po’ della collaborazione con Caterina Viganò. 

L’idea delle guerriere del sorriso è un’idea che nasce dalla canzone in modo spontaneo.  Trovo che siano le donne le maggiori portatrici di gioia e di amore romantico, nonostante tutto quello che si dice le donne sono cambiate. Ma sono anche delle guerriere moderne, delle #guerrieredelsorriso. Quest’idea ha trovato  un eco nel progetto Sisterhood di Gayarama (www.gayarama.com)  e tramite loro è arrivata Caterina. Per questo ad accompagnarmi nel video ci sono tante altre belle e brillanti ragazze.

Iosonoaria è un gioco di parole con il tuo vero nome. È così? Cosa ha ispirato il tuo nome d’arte?

Forse… effettivamente potrebbe essere iosonoIlaria!  È un gioco di parole tra il mio nome e la mia essenza.

Nasci come ingegnere del suono. Quando hai deciso di passare dall’altra parte del vetro (dello studio di registrazione)?

Ho fatto ingegneria del suono dopo l’università, sì. Ero convinta di voler fare miracoli con le macchinette! E invece non era vero …era solo una scusa per stare in studio e capire di cosa si parlasse. L’ingegneria del suono è un’arte che si coltiva come la musica per tutta la vita, ma preferisco dedicarmi alla musica!

Curiosità finale: ma dopo aver pagato 100 sorrisi e atteso vent’anni, l’hai trovato l’amore? Esiste? 

Bella domanda…