Tony Maiello pubblica Il Mio Funky e parteciperà ai Wind Summer Festival

Il mio funky, in digital download dal 21 giugno e in radio dal 23 giugno, è il secondo singolo estratto dall’album in arrivo in autunno di Tony Maiello.

Tony Maiello ha trovato la popolarità grazie alla partecipa alla prima edizione di X Factor, arrivando fino in finale pubblicando successivamente il suo primo singolo Mi togli il respiro. Nel 2009 viene messo sotto contratto dall’ etichetta discografica indipendente Non ho l’età della Maionchi e nel 2010 partecipa a Sanremo Giovani trionfando nella categoria Nuove proposte con il brano Il linguaggio della resa scritto dallo stesso Tony. Nel 201o inizia una collaborazione con l’etichetta discografica Rosso al tramonto e pubblica il singolo intitolato Chi ha inventato i sentimenti, seguito da un altro singolo intitolato Farsi del male x sempre. Il 6 novembre 2015 esce Simili il nuovo album di Laura Pausini e all’interno del disco c’è il brano 200 note scritto da Tony Maiello. L’ 11 marzo esce il nuovo singolo di Francesco Renga intitolato Guardami amore scritto da Tony Maiello e inoltre – all’ interno dell’album – ci sono altri due brani scritti dallo stesso Tony, tra i quali Scriverò il tuo nome, la title track del nuovo album di Francesco. Scrive un brano anche per Giorgia Credo contenuto all’interno dell’album Oro Nero.

Il Mio Funky

Maiello sarà in gara ai Wind Summer Festival nella categoria Giovani, dove si scontrerà con Mahmood nella terza serata.

Il mio funky, in digital download a partire dal 21 giugno e in radio da venerdì 23 giugno, è il titolo del secondo singolo di Tony Maiello, brano scritto dallo stesso cantautore con la collaborazione di Marco Rettani, Enrico Palmosi e Sabatino Salvati, estratto dal nuovo album che uscirà il prossimo autunno.

Forse è il brano che ho realizzato nel minor tempo possibile da quando scrivo canzoni. – racconta Maiello -. Istintivo, spensierato, leggero…un po’ come il periodo che sto attraversando ora. Nel testo cerco di descrivere la fase di un corteggiamento, ma in maniera sorridente e con quel pizzico di ambiguità che non guasta mai. La musica è sempre stata un’ amica comprensiva, una confidente fedele…e da un po’ di tempo ho scoperto che ci si può anche scherzare. Ogni tanto fa bene non prendersi sul serio, d’ altronde meglio essere pazzi e fingersi normali piuttosto che sentirsi normali con la paura di diventare pazzi.”

La produzione artistica è di Sabatino Salvati ed Enrico Palmosi, che ha curato anche gli arrangiamenti. Hanno collaborato Paolo Petrini, alle chitarre e Marco Mariniello al basso, il mix è di James Reynolds.