Giovanni Caccamo e Giovanni Robustelli protagonisti di S’IGNORA

Giovanni Caccamo accompagnato dall’artista siciliano Robustelli presentano live opere che non hanno avuto il meritato successo. Nasce cosi “S’Ignora”

S’ignora è il primo progetto sinestetico, con il Patrocinio della Commissione Nazionale Italiana per l’Unesco, che unisce musica, arte figurativa ed architettura in un’unica performance live per accendere un faro sulla “bellezza nascosta” riportando alla luce meraviglie, armonie, scorci, dettagli oggi spesso ignorati. Protagonisti di questo viaggio, il cantautore Giovanni Caccamo e l’artista Giovanni Robustelli.

Il titolo S’ignora suggerisce due significati differenti, entrambi criteri per la selezione dei brani musicali che saranno eseguiti durante la performance live di Caccamo, piano e voce, e la realizzazione in estemporanea delle opere di Robustelli. Saranno protagoniste alcune canzoni che grandi autori hanno cucito su eccezionali donne della musica italiana; piccoli gioielli che in alcuni casi, nonostante la loro incredibile bellezza, non hanno avuto nel tempo la popolarità che avrebbero meritato, o che nascondono aspetti, storie o citazioni poco note.

Durante lo spettacolo, Robustelli, eclettico artista siciliano di straordinaria sensibilità, dipingerà live su grandi tele soggetti ispirati alle armonie in esecuzione e al luogo protagonista della performance; a fine tour verrà realizzata una mostra dove i quadri saranno esposti e venduti a sostegno di un progetto per la salvaguardia e la tutela dell’arte italiana.

Ogni concerto si svolgerà all’interno di preziose meraviglie del patrimonio artistico italiano, instaurando così un dialogo tra la performance ed il contesto in cui la stessa prende vita. L’obiettivo è di sensibilizzare lo spettatore alla “bellezza”, rendendolo protagonista di un’esperienza unica.

Nell’era del “Virtuale” e dei “Social network”, S’ignora si posiziona in controtendenza, portando i giovani al centro del patrimonio artistico-culturale del nostro paese, creando un ponte tra la bellezza di ieri (location/architettura) e la bellezza di oggi.

Tour

21 marzo – Madonna di Campiglio TN (FIAT Chalet)
21 aprile – Genova (Palazzo Gio Battista Spinola)
28 aprile – Alberobello BA (Belvedere Santa Lucia)
1 maggio – Aosta (Piazza Emile Chanoux – Les Mots Festival)
5 maggio – Torino (Palazzo Madama)
10 giugno – Siracusa (Piazza Duomo – Ortigia)
29 giugno – Carpi MO (Piazza Re Astolfo, Carpi Summer Fest)
15 luglio – Agropoli SA (Castello di Agropoli)
27 luglio Lerici SP (Castello di Lerici)
28 luglio San Gimignano SI (Rocca di Montestaffoli)

Il marchio Fiat consolida il suo legame con il modo della musica, confermando la sua attitudine a scoprire melodie nuove, originali e d’autore. E lo fa in un modo ancora innovativo e sorprendente. Con la sua icona 500 sceglie “S’ignora”, il primo progetto in Italia che unisce musica, arte figurativa ed architettura in un’unica performance live per accendere un faro sulle bellezze, le meraviglie e le armonie del patrimonio italiano del quale 500 ne è ambasciatrice privilegiata.

E’ questo il legame che unisce Fiat 500 e UNESCOgiovani nel progetto S’ignora. Come UNESCOgiovani ha scelto la Fiat 500, icona e patrimonio di bellezza, per andare alla scoperta delle bellezze che “s’ignorano”, così “s’ignorano” canzoni che grandi autori hanno cucito su eccezionali interpreti, donne della musica italiana che Giovanni Caccamo porterà alla ribalta, esaltandole con il supporto del pittore Giovanni Robustelli.

S’ignora si affianca a due progetti recentemente presentati da Fiat al Salone internazionale dell’Auto di Ginevra, per celebrare i 60 anni di 500: la nuova campagna di comunicazione “Forever young, since 1957” e la serie speciale dedicata al 60esimo anniversario.