BRASCHI – Nel mare ci sono i coccodrilli

Braschi, in gara alla 67° edizione del Festival di Sanremo, gareggia nella categoria giovani con il brano Nel mare ci sono i coccodrilli

E’ in rotazione radiofonica da venerdì 27 gennaio, il brano Nel mare ci sono i coccodrilli, di Braschi con il quale partecipa nella categoria giovani al Festival di Sanremo.

Il testo e la musica sono firmati dal giovane cantautore, sullo sfondo dell’omonimo romanzo di Fabio Geda. Musicalmente il brano si colloca tra la canzone d’autore, il rock e il pop, nel tentativo di dare una chiave di lettura contemporanea e attraente al cantautorato.

Braschi canta di sé, di un ragazzo che nasce a Rimini e che si definisce “fortunato in mezzo alla vita che passa”. Perché è proprio la fortuna che detta la storia delle nostre vite, che determina le origini e il destino di ognuno di noi, tra i cacciabombardieri in Afghanistan o tra i privilegi a cui siamo abituati.

Ma io sono nato e vivo qui per caso e sono figlio di un medico, di un tossico, di un mago. Sono venuto fuori qui tra i gelati e le bandiere e non ho mai visto un cacciabombardiere

Possiamo solo andare avanti tentando di vivere le nostre vite “ballando”, lontano dall’acqua, dove si nascondono i coccodrilli.

Casca il mondo e tu vuoi ballare e allora parlo con te senza senso senza rumore

E stai lontano dal mare, ci sono i coccodrilli, puoi farti male

Il brano è incluso in Trasparente, il nuovo disco di Braschi che uscirà il 10 febbraio per iMean Music & Management e distribuito da Artist First.